A Massimiliano Nardone la direzione dell’Otorinolaringoiatria di Asst ValtLario

Il dirigente medico ha all’attivo un’esperienza decennale al Papa Giovanni XXIII di Bergamo

Massimiliano Nardone

E’ Massimiliano Nardone, 44 anni, sposato, due figli, nato a Benevento, ma residente a Bergamo, con un’esperienza decennale in Otorinolaringoiatria al Papa Giovanni XXIII, il nuovo direttore dell’Unità organizzativa complessa di Otorinolaringoiatria di Asst ValtLario. Incarico quinquennale attribuitogli con selezione pubblica svoltasi il 15 dicembre scorso e cui hanno partecipato sei candidati. Fra questi, il dottor Nardone si è collocato al primo posto per punteggio ottenuto ed è stato indicato dalla Direzione Generale come idoneo a ricoprire il ruolo, a far data 16 gennaio 2018.

"Prosegue il completamento degli incarichi di direzione delle Unità organizzative complesse aziendali – precisa Guido Broich, direttore sanitario di Asst ValtLario – la cui conduzione stabile è necessaria per una corretta ed efficace gestione dei singoli reparti. L’Otorinolaringoiatria costituisce un reparto di grande importanza, anche alla luce della vocazione di emergenza dell’ospedale di Sondrio, e sono convinto che, il dottor Nardone saprà rispondere in pieno alle necessità aziendali".

Significativo il percorso formativo e professionale di Massimiliano Nardone che, laureatosi in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi Federico II di Napoli, nel 1998, si è specializzato in Otorinolaringoiatria, nel 2002, nella stessa Università, ed ha frequentato il Master di II livello in chirurgia estetica e morfodinamica all’Università degli studi di Milano nel 2006. Il dottor Nardone ha all’attivo anche un percorso di approfondimento all’estero che l’ha visto a Los Angeles, per un periodo di studi post laurea, sulla microchirurgia dell’orecchio, e al Princess Alexandra Hospital di Brisbane, in Australia, lo scorso anno, nei reparti di Otorinolaringoiatria e Oncologia, per approfondire l’aspetto dell’organizzazione del lavoro in team. Nodale il passaggio, nel 2007, agli Ospedali Riuniti di Bergamo come medico di Otorinolaringoiatria, prima a contratto, poi a tempo determinato, fino alla piena assunzione, nel 2009, e in posizione di responsabilità dentro il reparto dal febbraio del 2015.

"Le primissime esperienze di studio e di lavoro sono state altamente formative dal punto di vista culturale ed umano, - sottolinea Massimiliano Nardone - ma il passaggio al Papa Giovanni XXIII è stato emblematico dal punto di vista della competenza tecnica e della specializzazione con particolare riguardo alla chirurgia oncologica di testa e collo, all’oto-micro chirurgia dell’orecchio medio, alla chirurgia endoscopica nasale e al trattamento delle patologie tiroidee. Ora, l’incarico di direzione di reparto, mi induce ad affrontare un percorso diverso, impegnativo, ma che mi vede pronto. L’obiettivo è quello di lavorare in squadra, a stretto contatto coi collaboratori, coi colleghi radioterapisti e oncologi e anche coi medici di medicina generale che operano sul territorio".

Ricordiamo che l’Otorinolaringoiatria di Asst ValtLario consta di 17 posti letto e che, nel 2016, ha trattato 943 casi per 745 interventi complessivi. Pari a 2862 le prestazioni in Pronto Soccorso specialistico e a 15.626 le prestazioni ambulatoriali per pazienti esterni ai presidi ospedalieri

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale a Castione Andevenno: scontro tra due auto e un furgone

  • Morto un anziano intossicato in un incendio a Traona

  • Esce di strada con l'auto, rocambolesco incidente a Castello dell'Acqua

  • Coscritti di Chiavenna esagerati: caos fuori da scuola, 16enne in ospedale

  • Ecco il nuovo piano della sanità provinciale: Sondrio fulcro della rete di ospedali sul territorio

  • Gordona, tragedia nei boschi: muore 83enne

Torna su
SondrioToday è in caricamento