Macabra scoperta a Sondrio: uomo trovato morto dopo diversi giorni

L'acre odore che proveniva dal suo appartamento in via Scamozzi ha allarmato i vicini che hanno chiamato le forze dell'ordine

Immagine d'archivio

Un uomo di 59 anni, Paolo Pastori, è stato trovato senza vita all'interno del sua appartamento a Sondrio lungo la mattinata di sabato 9 novembre 2019. A ritrovare il corpo senza vita le forze dell'ordine allarmate dai vicini di casa, preoccupati dall'aspro odore proveniente proprio dall'appartamento dell'uomo, originario di Magenta ma residente e Sondrio da diversi anni.

L'uomo viveva in una palazzina di proprietà dell'Aler, in via Scamozzi, ed erano giorni che non veniva avvistato dai vicini di casa. È probabile che la morte sia stata naturale visto che gli agenti della Questura di Sondrio, coadiuvati dalla scientifica, non hanno riscontrato lesioni tali da far pensare ad un'aggressione o ad un gesto estremo da parte dello stesso uomo.

Pare evidente come l'uomo fosse morto già da diversi giorni visto l'ampio stato di decomposizione in cui gli agenti hanno trovato il suo corpo. Ora la salma si trova presso la camera mortuaria dell'ospedale civile di Sondrio, in attesa che venga effettuata l'autopsia disposta dalla Procura di Sondrio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, come è facile ammalarsi. La storia del chirurgo del Morelli che spiega quanto è alto il rischio di contagio

  • La grave denuncia della Croce Rossa di Morbegno: «La gente ci nasconde i sintomi da coronavirus»

  • Sorico piange Emanuele, infermiere all'ospedale di Gravedona

  • Coronavirus, quasi 500 i contagiati in provincia di Sondrio. La mappa interattiva comune per comune

  • Delebio in lutto per la morte di Gianni

  • Coronavirus, anche in provincia di Sondrio il tampone si fa in auto. Come funziona

Torna su
SondrioToday è in caricamento