Gordona, malore improvviso per un cacciatore di 34 anni: è grave

Il giovane uomo è ricoverato in codice rosso presso l'ospedale Manzoni di Lecco

Un cacciatore di 34 anni è stato soccorso in zona Dardano, nei presi della contrada Voga, nel territorio comunale di Gordona, dopo aver  improvvisamente accusato un malore. L'allarme è scattato attorno alle 13.15 di oggi, sabato 12 settembre 2020, quando le condizioni del giovane uomo hanno subito fatto pensare al peggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul luogo del malore sono accorsi i tecnici Cnsas, con il Sagf - soccorso alpino guardia di finanza ed i vigili del fuoco. L’uomo è stato portato per un tratto lungo il sentiero con la barella. L’elisoccorso di Como di Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) lo ha infine trasportato presso l'ospedale Manzoni di Lecco dove si trova ricoverato in codice rosso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rocambolesco incidente lungo la Statale 38, camion si ribalta perdendo il carico

  • Piateda, un'altra vittima del bosco: 51enne precipita e muore

  • Coronavirus, primo caso tra i banchi in provincia di Sondrio: chiusa una classe a Chiuro

  • Berbenno, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Elezioni comunali 2020, al voto 8 comuni della provincia di Sondrio: lo spoglio in diretta

  • Coronavirus, in provincia di Sondrio gli studenti positivi sono due

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento