menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gerola, che successo per la ciaspolata al chiar di luna

La ciaspolata in notturna organizzata sabato ha richiamato sui percorsi Fenile, Pescegallo-Salmurano 210 escursionisti

Gerola, lunghe file di escursionisti che risalgono i pendii di neve all'imbrunire di sabato 11 febbraio. Sono arrivati in 210 nell'avvio del fine settimana da Milano, Lecco, da tutta la Valtellina, fino a a Fenile, frazione di Gerola per partecipare alla 7ª edizione della «Ciaspolata in notturna». Manifestazione organizzata dalla Pro Fenile in collaborazione con l'Ecomuseo della Valgerola. Venivano proposti due percorsi da fare con le ciaspole ai piedi, un “lungo” di 5 Km e un “corto” di 3,5 partendo da Fenile o da Pescegallo, per arrivare fino al rifugio Salmurano.

Sin dalle 16 di sabato al punto di ritrovo a Fenile sono arrivati i partecipanti, poi dalle 17 i due avvii, con il ritrovo e la tappa intermedia ai 1848 metri del rifugio Salmurano, tra ristori caldi offerti dall'organizzazione, momenti di recupero. Quindi la discesa con la cena opzionale nei ristoranti e osterie della frazione e del posto, cena che ha coinvolto oltre 190 buone forchette. Neve ottima, in parte fresca e battuta, collaborazione di tanti volontari. Oltre alla Pro Fenile, all'Ecomuseo, i radioamatori del Cb Orobico, gli addetti della Fupes, società degli impianti di risalita che sono scesi sulla neve appena caduta con il gatto delle nevi per “ritracciare” il percorso. Era atteso il plenilunio, l'escursione in avvio si è svolta tra un po' di nebbia, alla fine però uno spicchio di luna si è lasciato scorgere. Sono stati offerti gadget e valutate altre manifestazioni da “replicare” a stretto giro”.

«Partecipanti entusiasti – ha sottolineato per la Pro loco Fenile il referente Michele Cornali – ci hanno chiesto di riproporre l'evento al prossimo plenilunio. Questa è la 7ª edizione della Ciaspolata e la gente ci conosce ed apprezza. Non abbiamo escluso l'ipotesi e la stiamo valutando, ma siamo una piccola pro loco che vive di lavoro volontario. Dobbiamo valutare le nostre energie, vedremo. In caso contrario rilanceremo l'appuntamento per il prossimo anno. Nel frattempo ringraziamo tutti gli attori volontari di questa bella giornata, gli sponsor che ci hanno dato una mano. Sottolineando la buona intesa che abbiamo siglato con gli operatori locali e le attività ricettive. Anche in questa circostanza – ha aggiunto – abbiamo cercato di coinvolgere tutti, dal noleggio delle ciaspole, alla trattoria, al rifugio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
SondrioToday è in caricamento