Cronaca Sondalo

Riorganizzazione Azienda Sanitaria, Grassi: "Sindaci mai interpellati"

Giusy Panizzoli, direttore generale Asst: "È impensabile che cinque ospedali possano fare tutti le stesse cose"

È stato illustrata in questi giorni la proposta tecnica di riorganizzazione dell’Azienda socio sanitaria territoriale Valtellina e Alto Lario per i prossimi tre anni. La proposta è stata illustrata alla stampa dal direttore generale Giusy Panizzoli insieme a Rosella Petrali, direttore socio sanitario, Giovanni Monza, direttore sanitario, Carlo Maria Iacomino, direttore amministrativo e Alberto Messina, neurochirurgo.

Niente declassamenti, nè doppioni. "È impensabile - ha commentato il direttore generale dell'Asst Valtellina e Alto Lario - che cinque ospedali possano fare tutti le stesse cose, è necessario piuttosto una rimodulazione dell’offerta così da garantire sicurezza ai pazienti e ai professionisti la possibilità di acquisire competenze e competitività alle strutture".

Duro il commento del Sindaco di Sondalo Luigi Grassi, che da tempo lotta per la sopravvivenza dell'ospedale Morelli con varie proposte come l'università mondiale della sanità.

I Sindaci non sono stati interpellati. "In queste ore - scrive in un post su Facebook il sindaco di Sondalo - l’Asst della Valtellina e dell’Alto Lario ha tenuto una conferenza stampa per spiegare i contenuti del POAS 2016-2018. Se non fosse il paradosso di una tragica vicenda kafkiana ci sarebbe da ridere a crepa pelle! E’ inaudito! Una conferenza stampa per spiegare ai giornalisti e ai lettori dei giornali i contenuti del POAS 2016/2018 e già inviato in Regione Lombardia il 28/10/2016?
Ma l’Azienda Ospedaliera sa che esiste,per i temi legati alla sanità e in rappresentanza dei cittadini che vivono la montagna, una Conferenza di Sindaci, democraticamente eletti o non

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riorganizzazione Azienda Sanitaria, Grassi: "Sindaci mai interpellati"
SondrioToday è in caricamento