"Lost in translation": chiede aiuto per uno sciatore infortunato ma non sa l'italiano e fa pensare ad una valanga

Il falso allarme a Livigno nel pomeriggio di lunedì 2 marzo 2020

Nessuna valanga a Livigno. Nella giornata di lunedì 2 marzo 2020 si era diffusa la notizia, poi rientrata, di una persona sovrastata da un distacco di neve, nel versante del Carosello 3000.

Un allarme errato, prontamente smentito dai soccorritori, dovuta al fatto che il segnalatore al telefono non parlasse la lingua italiana. L'uomo, di nazionalità straniera, voleva semplicemente segnalare un infortunio sciistico e non una valanga.

Una banale incomprensione che aveva fatto pensare al peggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Fusine, si cerca nell'Adda una 50enne scomparsa da casa

  • Ore di apprensione a Chiavenna: si cerca la signora Paolina

  • In auto con la droga insieme al loro neonato di 5 mesi: denunciati due giovani di Sondalo

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento