menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
A sinistra il maresciallo Cacicia

A sinistra il maresciallo Cacicia

Il Maresciallo Cacicia lascia Colico per Chiavenna

Dopo dieci anni di servizio è stato trasferito nella Città del Mera

Avvicendamento al comando della stazione dei Carabinieri di Colico. Dopo dieci anni, il maresciallo Giuseppe Cacicia saluta e si trasferisce in forza al Nucleo Operativo dei Carabinieri di Chiavenna.

«Sin da subito, la caserma di Colico è diventata la mia casa, i militari la mia famiglia, il paese e l'intera giurisdizione il mio primo pensiero - ha scritto Cacicia in un post sulla propria pagina Facebook - Non sta certo a me giudicare il mio lavoro, né questa ne è la sede. Ciò che mi preme è invece ringraziare tutti coloro che hanno reso, consapevolmente o meno, la mia esperienza lavorativa densa di "umanità". Perché è facile far osservare una legge, meno facile è essere "nella" comunità, "per" la comunità, rendersi davvero utili, capire le persone, conoscerne le intime difficoltà e gioie, portarsene un po' dietro, per sempre».

Cacicia affronta le ultime ore in servizio a Colico. Da lunedì il comando sarà assegnato al suo attuale vice, il maresciallo ordinario Leonardo Giannotta. Ma per il comandante l'Altolago continuerà a essere casa, poiché con la sua famiglia resterà a vivere a Colico.

«Per quanto questo trasferimento sia formalmente "a domanda", non trae origine dalla mia esclusiva volontà che, anche in passato, mi ha spinto a rinunciare a incarichi diversi per non intaccare il legame con questo posto e con questa gente. Sono un militare, un comandante. Il primo requisito per chi comanda è "saper obbedire". E io obbedisco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, cosa riapre dal 26 aprile e cos'è la zona gialla rinforzata

Coronavirus

Covid, la Lombardia spera di tornare gialla: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento