Mandava lettere anonime di minaccia e calunnia, agli arresti domiciliari il dirigente medico dell’INAIL di Sondrio

Azione congiunta Polizia e Carabinieri, nei guai un professionista del Varesotto

Personale della Polizia di Stato, nella tarda mattinata di ieri 11.03.2020, in Sondrio, ha dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari disposta dal Gip del Tribunale di Sondrio dr. Pietro Della Pona, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di F.O., di anni 45, Dirigente Medico operante presso gli uffici dell’INAIL di Sondrio, originario e residente nella provincia di Varese, per il reato di calunnia.

L’indagine, diretta dal Procuratore della Repubblica di Sondrio dott. Claudio Gittardi e dal Sostituto Procuratore d.ssa Chiara Costagliola, ha preso avvio da un esposto presentato alla locale Procura della Repubblica, alcuni mesi orsono, dalla parte offesa nel procedimento penale, un altro Dirigente Medico operante a Sondrio, che si era visto recapitare presso la propria abitazione e presso il suo studio professionale, missive anonime dai contenuti ingiuriosi e gravemente minacciosi. 

L’attività investigativa svolta da personale della Squadra Mobile di Sondrio, con la collaborazione di personale dell’Aliquota dell’Arma dei Carabinieri operante presso la Procura di Sondrio, ha consentito di risalire all’autore , delle suddette missive, che nel periodo intercorso tra settembre ed ottobre 2019, simulando tracce di reato, aveva fatto recapitare agli uffici della Prefettura di Sondrio, del Sindaco di Sondrio ed della Polizia Locale di Sondrio, scritti con contenuti offensivi e minacciosi, recanti la falsa intestazione dello studio medico legale, riconducibile sempre alla parte offesa.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel medesimo periodo, un’altra missiva anonima era stata fatta recapitare agli uffici della locale Agenzia delle Entrate, nella quale, sempre la medesima parte offesa, veniva incolpata di inesistenti reati fiscali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Coronavirus, focolaio tra medici ed infermieri del Morelli di Sondalo dopo una festa tra colleghi

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento