rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Nuove tendenze

Turismo ed esercito dei selfie: "Servono emozioni ed esperienze significative"

L'analisi dei nuovi "trend", declinati in chiave locale, da parte del direttore del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco Roberto Pinna

I tempi sono cambiati e, con essi, il modo di fare turismo e anche di promuovere determinate mete e destinazioni: ne è ben consapevole Roberto Pinna, direttore del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco che prova ad analizzare, declinandoli in chiave locali, relativi proprio al turismo e anche ai social media.

Esercito dei selfie

"Una recente canzone recitava: “Siamo l’esercito del selfie. Di chi si abbronza con l’iPhone. Ma non abbiamo più contatti. Soltanto like a un altro post”. Tralascio i gusti musicali soffermandomi piuttosto su un aspetto che trovo vero ed interessante: la spettacolarizzazione dell’esperienza vissuta durante il viaggio e la sua condivisione. Molte destinazioni sono cambiate, si sono evolute…sono cresciute. Oggi sono in grado di offrire una molteplicità incredibile di possibilità e di servizi turistici che bene rispondono alle esigenze dell’ospite. - ha esordito Pinna - Direi che l’offerta di “soluzioni” è diventata talmente ampia e diversificata che diventa quasi difficile fare una scelta".

Le esperienze

"Ad orientare la decisione ritorna quindi ad essere la possibilità di vivere esperienze, il più possibile uniche. - ha proseguito il direttore del consorzio - Che si tratti di uscire in barca per vedere i delfini, volare in mongolfiera o lanciarsi nel vuoto agganciati ad una fune d’acciaio: la scelta anche in questo caso è ampia. E quindi eccoci a ricercare e cercare di proporre quell’esperienza “unica” che ci permetterà di distinguerci dagli altri. Non sempre si cercherà attività adrenaliniche ma, sempre, si desidererà provare emozioni, con la “E” maiuscola. Il maiuscolo in questa epoca è veramente d’obbligo, per due motivi. Il primo motivo dipende fortemente dal nostro stile di vita quotidiano. In una società in cui è possibile avere tutto a portata di mano fatichiamo ad accontentarci delle cose “mediocri”. Diciamo che il consumatore tende oggi a personalizzare l’acquisto, ossia ad orientare i consumi così da soddisfare appieno i propri gusti e bisogni. Ciò non significa necessariamente aumentare la capacità di spesa quanto, piuttosto, orientare meglio la spesa stessa". 

La nuova tendenza

Ed ecco allora nascere il “Premium Mediocre” termine anglosassone coniato dallo scrittore Venkatesh Rao per descrivere quel fenomeno con cui le imprese tendevano a cercare sempre nuovi modi per proporre prodotti e servizi di medio livello a prezzi più elevati, o “premium”. Queste strategie sembrano molto efficaci soprattutto sulla generazione dei Millennials, particolarmente attaccati alle apparenze e al “lifestyle” desiderato. - questa l'analisi di Pinna - Questo aspetto si presenta anche nel viaggio, durante la vacanza, e si traduce nella ricerca di soluzioni sempre più variegate, tagliate su misura. Esperienze, in questo caso, che possano permettere di dire “ne è valsa la pena, sono soddisfatto”. Quindi maggiore sarà l’intensità dell’emozione provata (chiaramente positiva) e maggiore sarà il grado di soddisfazione. Il secondo motivo poi nasce dalla necessità di condividere e, per certi versi, esibire. Lo facciamo scattando una foto, “un selfie”, realizzando dirette video o clip che immortalano e raccontano l’esperienza vissuta. Talvolta per la nostra affezione ai social ma, il più delle volte, per soddisfare un bisogno narcisistico che ci porta a metterci al centro dell’attenzione".

Siamo pronti?

"E’ quindi chiaro che indipendentemente dal motivo scatenante, le località turistiche dovranno trovarsi nella assoluta necessità di far vivere esperienze coinvolgenti ed appaganti. - ha concluso Pinna - Non significa costruire cattedrali nel deserto, snaturare un luogo o fare artifizi ad hoc. Significa riprogettare, innovare e valorizzare nel rispetto del luogo e dell’identità ma mettendo gli ospiti nelle condizioni di vivere esperienze significative. Chi riesce in questo vince la sfida con il mercato e può beneficiare di un vantaggio competitivo che genera risultati economici rilevanti: ne saremo in grado?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo ed esercito dei selfie: "Servono emozioni ed esperienze significative"

SondrioToday è in caricamento