Oggi pomeriggio / Tirano

Tirano, 104 anni e non sentirli: grande festa per la signora Giuseppina Della Vedova

Il compleanno è stato anche l'occasione per celebrare tutte e cinque le ultracentenarie che vivono nella Casa di riposo della città abduana

Oggi 21 novembre festeggiando i 104 anni della signora Giuseppina Della Vedova si è colta l’occasione per festeggiare insieme le ultracentenarie residenti a Tirano in quanto tutte e cinque vivono in Casa di riposo e tutte conservano buona capacità di esprimersi. (Purtroppo al  festeggiamento non ha potuto essere presente la Signora Zita, per una recente insorgenza di positività nel nucleo di appartenenza, alla quale comunque le stata inviata la spettante fetta di torta.) 

Erano presenti a nome dell’amministrazione comunale il sindaco Franco Spada e  l’assessore alle politiche sociali  e alla partecipazione dei cittadini Doriana Natta che ha dichiarato: “L’amministrazione comunale di Tirano sempre  è lieta di condividere con la Casa di riposo questi momenti di festa, dedicati ai suoi ospiti centenari. In questo modo rendiamo omaggio ed esprimiamo gratitudine a quella generazione di cittadini e cittadine, che hanno dedicato la loro vita al lavoro, alla famiglia, al bene della comunità. Partecipo sempre con emozione a questi eventi, perché guardando gli occhi e ascoltando le parole di questi anziani possiamo cogliere il senso di una testimonianza di vita, spesa nel rispetto dei valori più autentici. E’ stato commovente vederle farsi gli auguri reciproci per poi mangiare insieme la torta”.

Erano, inoltre presenti i figli della signora Giuseppina e il Prevosto Don Stefano in quanto queste donne sono anche le componenti più anziane della comunità parrocchiale.

Le cinque ultracentenarie

Ecco una breve biografia delle cinque ultracentenarie tiranesi:

Vittorina Nazzari: nata il 16 giugno 1916 rimasta orfana di padre in tenera età a causa della guerra e già ad 8 anni racconta che prima di andare a scuola alle 9, percorreva le strade della località Dosso con una cesta di pane, per contribuire al sostentamento della famiglia composta da 12 fratelli (di cui 2 coppie di gemelli) e in autunno al ritorno da scuola trovava per pranzo due padelle di "braschee" una in cima e una in fondo alla tavola dove sedevano i 12 fratelli e facevano a gara a chi le "pelava" più velocemente per mangiarne di più

Giuseppina Della Vedova: nata  nella frazione di Baruffini il 21 novembre 1919 si è sposata nel 1942 con Antonio Garbellini Antonio (deceduto nel 1976). Ha avuto 7 figli: 4 maschi (di cui purtroppo 3 già deceduti) e 3 femmine. Al termine della prima gravidanza un medico le aveva sconsigliato ulteriori gravidanze per la precaria salute. 

Zita Bonifacio: nata a Selva di Cadore il 21 maggio 1921 originaria del Cadore è divenuta tiranese nel 1960 sposando Battista Corvi (classe 1923) deceduto nel 2017. Ricorda che si erano conosciuti sul treno che entrambi utilizzavano per recarsi per lavoro in Svizzera. Forse il segreto di Zita è di essere “sempre stata positiva e anche di fronte ad eventuali difficoltà di  aver sempre visto il bicchiere mezzo pieno”  afferma la figlia Giuliana.

Anna Menghi: nata a Maroggia di Berbenno il 31 ottobre 1921. La  sua famiglia era composta da 15 fratelli, di cui ancora vivente un'unica sorella del 1929 residente in Canada. I ricordi di Anna sono molti, legati in particolare all'aver vissuto fino al 1989 all'ombra del fratello prete don Gino Menghi che è stato parroco di Baruffini dal 1939 al 1959 e dopo un decennio trascorso a Chiesa Valmalenco, prevosto di Tirano dal 1969 al 1986 e qui residente  fino alla morte avvenuta il 15 febbraio 1989. Dei suoi 101 anni,  ben circa settanta li ha vissuti tra Tirano e Baruffini instaurando rapporti con numerosissime persone e famiglie e pertanto molto conosciuta e stimata.

Spirina Pietrogiovanna: comunemente chiamata Rina, nata in Valfurva il 24 ottobre 1922 e trasferita per motivi di lavoro del padre a Tirano all'età di due anni. Interrogata su come è arrivata a oltre cent'anni ha risposto: "A dir la verità non lo so nemmeno io" e ha poi aggiunto "forse la cattiveria" alludendo probabilmente al suo carattere deciso  essendo ancor oggi in grado di esprimere chiaramente il suo volere.

I residenti in città

L’occasione dei festeggiamenti delle ultracentenarie non può comunque distrarre dalla situazione demografica che sempre più connota l’ Europa e in modo particolare l’Italia. Per quanto riguarda Tirano al 15 novembre 2023 la popolazione residente risulta essere di  8.808 abitanti così suddivisi:

  • Oltre i 100 anni : 5
  • Tra i 90 e 99 anni : 152
  • Tra gli 80 e gli 89  anni: 645
  • Tra i 65  e i 79  anni :  1558
  • Tra i 30  i 64  anni:   4163
  • Tra i 16  e i 29 anni:    1187
  • Fino a  15 anni:  1098.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano, 104 anni e non sentirli: grande festa per la signora Giuseppina Della Vedova
SondrioToday è in caricamento