menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I tornanti della strada che porta al Passo dello Spluga (foto di Alessandro Forni)

I tornanti della strada che porta al Passo dello Spluga (foto di Alessandro Forni)

Il Passo dello Spluga non riapre, tutto rimandato al 7 luglio

Sul versante svizzero si lavora per la messa in sicurezza della strada dopo il nubifragio del 12 giugno. Malcontento in Valchiavenna

Il versante svizzero del Passo dello Spluga resterà chiuso fino al prossimo 7 luglio, almeno. Una decisione, presa dalle Autorità elvetiche per liberare la strada dai detriti del nubifragio occorso nella zona il 12 giugno scorso, che lascia dietro di sè non poche perplessità e malcontenti, soprattutto tra gli operatori turistici della Valchiavenna.

Ci vorrà quindi quasi un mese per completare le opere di messa in sicurezza. Sempre che i lavori non si protraggano ulteriormente visto che le indicazioni date dai rappresentanti del Canton Grigioni danno domenica 7 luglio come data indicativa, e non certa, per la riapertura.

Una chiusura che condiziona, non poco, l'economia valligiana della Valchiavenna. Come si sa, i mesi estivi sono il periodo dell'anno in cui transita il maggior numero di turisti, occasionali come più stanziali. La decisione di operare con tranquillità per la messa in sicurezza della strada che conduce al Passo dello Spluga condiziona fortemente. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, cosa riapre dal 26 aprile e cos'è la zona gialla rinforzata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento