rotate-mobile
l'attestato

Maxi esercitazione persone scomparse, l'attestato ai soccorritori per l'impegno

La "macchina" funziona. Redatta una relazione da inviare a Roma. Le foto dei premiati

La "macchina" che viene messa in moto quando una persona scompare ha una struttura complessa. Lo ha dimostrato la maxi esercitazione andata in scena negli scorsi giorni nel Morbegnese. Decine e decine di donne e uomini, ognuno con un compito preciso, focalizzati al ritrovamento degli scomparsi, perfettamente integrati tra di loro per competenze e ruoli.

L’esercitazione, organizzata con la simulazione della scomparsa di una persona con le conseguenti operazioni di ricerca e recupero, è stato il banco di prova del nuovo "Piano provinciale di ricerca delle persone scomparse", entrato in vigore lo scorso 1 giugno. Una simulazione caldamente raccomandata dall’Ufficio del Commissario Straordinario del Governo per le Persone Scomparse, nell’ottica della predisposizione di una risposta operativa sempre più efficace ed efficiente. 

Nella giornata di venerdì 17 dicembre, a quasi una settimana di distanza, le forze dell'ordine, coordinate nuovamente dal prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, si sono incontrate presso la Sala Polifunzionale “Arturo Succetti” della Confartigianato, a Sondrio, per una riunione di de-briefing. Un confronto "a freddo", pensato per analizzare le operazioni compiute da forze dell'ordine e volontari nel tentativo di ritrovare la persona scomparsa, utile per redigere una relazione che verrà presto inviata al Commissario Straordinario del Governo per le Persone Scomparse.

Riconoscimenti

Durante la riunione, per l'impegno messo in campo, le autorità hanno voluto consegnare un attestato di partecipazione a tutti gli operatori che hanno preso parte all’esercitazione, come segno di ringraziamento e riconoscenza.

Maxi esercitazione persone scomparse, la consegna degli attestati ai soccorritori - 17/12/2021

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi esercitazione persone scomparse, l'attestato ai soccorritori per l'impegno

SondrioToday è in caricamento