rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Contro il disagio giovanile

Giovani Smart: i quattro progetti a sostegno di ragazzi e ragazze in provincia di Sondrio

Partiti a dicembre e finanziati nell'ambito di un bando regionale. Il Sottosegretario Lara Magoni: "Monitoraggio positivo"

Poco più di 7 milioni di euro, esattamente 7.004.698 euro: è lo stanziamento complessivo che Regione Lombardia aveva stabilito per il bando “Giovani SMART (SportMusicaARte)” che sostiene la realizzazione di progetti mirati ad azioni di contrasto ai fenomeni del disagio giovanile attraverso la promozione e il supporto di percorsi di crescita, partecipazione e inclusione sociale mediante l’organizzazione di laboratori artistici e musicali e l’accesso, gratuito e libero, alle attività sportive sul territorio.

Dal monitoraggio effettuato sugli esiti del bando, è risultato che su 229 domande presentate ne sono stati finanziate 191 (83%) di cui 130 con capofila enti privati (cooperative, associazioni, fondazioni, ASD, SSD, ecc.) e 61 con capofila enti pubblici (Comuni, Comunità Montane, unione di Comuni, ecc.). I progetti potevano essere finanziati con un contributo a fondo perduto sino a un massimo dell’80% delle spese ammissibili, compreso tra un minimo di 20.000 euro e un massimo di 40.000 euro.

La suddivisione dei progetti a livello provinciale è stata effettuata guardando all’ambito territoriale dell’ente capofila. Nello specifico, per la provincia di Sondrio  sono stati ammessi e finanziati 4 progetti con un contributo regionale complessivo di 158.288 euro.

Nel dettaglio:

  • Morbegno - FLOURISH AGAIN, capofila GRANDANGOLO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE
  • Sondrio - GIOVANI E ADOLESCENTI: RIAPPROPRIAZIONE IN CORSO, capofila ACLI PROVINCIALI SONDRIO
  • Sondrio - A MODO TUO: la sala prove delle arti per i giovani valtellinesi che guardano al futuro sperimentandosi nel presente, capofila SOL.CO SONDRIO SOLIDARIETA' E COOPERAZIONE CONSORZIO DI COOPERATIVE SOCIALI - SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE
  • Tirano - Agenda Giovani - Out of the Blue, capofila Associazione Alpi in Scena - Per lo spettacolo dal Vivo in Provincia di Sondrio

Il progetto "Flourish again" coinvolge anche la cooperativa sociale La Breva, il consorzio Sol.co., i Comuni di Morbegno e Traona e l'Informagiovani di Montagna. Il target è sui giovani tra i 14 e i 25 anni d'età e l'obiettivo è quello di rilanciare gli spazi del Lokalino di Morbegno e del Polifunzionale di Traona, coinvolgendo direttamente i giovani nella programmazione e realizzazione delle attività che potranno spaziare da mostre, corsi, laboratori e incontri gratuiti per i giovani. Si punta anche a coinvolgere giovani attraverso azioni educative di strada e ri-orientare i giovani che nè studiano nè lavorano.

Il progetto "Giovani e adolescenti: riappropriazione in corso" è articolato in diverse sedi Acli: a Sondrio si tengono due laboratori in cui i giovani sono protagonisti rispettivamente nella loro comunità o nella loro scuola; nella sede di Morbegno sono attivati percorsi di volontariato allo Spazio giovanile Ricircolo e laboratori a team per favorire lo sviluppo di nuove conoscenze, nuove relazioni e nuove forme di protagonismo; a Talamona, infine si tengono laboratori dedicati alla gestione economica personale e familiare.

Sempre a Sondrio il progetto "A modo tuo: la sala prove delle arti" coinvolge i giovani in una serie di attività (orientamento, teatro, musica, rap, hip-hop, artigianato 4.0 e attività artistiche) sia alla Piastra sia al Pfp grazie alla collaborazione proprio con il Pfp, cooperativa Forme, Spartiacque, Mestieri Lombardia Sondrio, Nuova accademia musicale Lamotta e Comune di Sondrio.

Per ultimo, ma non per importanza, il progetto "Agenda Giovani Out of the Blue" punta a valorizzare il Local Hub a Palazzo Foppoli come luogo di incontro, studio e aggregazione, a dare vita a percorsi psico-educativi, di orientamento e accompagnamento al lavoro individuali o in piccoli gruppi e organizzare vari laboratori artistici, tra cui quelli di break dance e percussioni, musica rap e danza contemporanea e teatro danza.

“Il bando aveva l’obiettivo di concretizzare progetti efficaci finalizzati a intercettare la fascia più debole del target giovanile che vive in condizioni di particolare isolamento sociale, anche a seguito della pandemia, per rispondere ai loro bisogni e offrire nuove opportunità con azioni specifiche soprattutto per le situazioni di fragilità e disabilità - ha dichiarato il Sottosegretario Sport e Giovani Lara Magoni -. Mi congratulo con i beneficiari capaci di pianificare e realizzare progetti straordinari come questi. Un tema complesso come quello legato ai giovani ha bisogno di ascolto, confronto e collaborazione con tutti i protagonisti del sistema”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani Smart: i quattro progetti a sostegno di ragazzi e ragazze in provincia di Sondrio

SondrioToday è in caricamento