menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruinon, ora sulla Provinciale 29 si può transitare lungo tutto il giorno

Vertice in Prefettura per ampliare il tempo per il passaggio delle auto in Valfurva. Boccata d'ossigeno per la valle

Una piccola boccata d'ossigeno per la Valfurva quella che arriva dopo il vertice che si è tenuto lungo la mattinata di venerdì 12 luglio presso la Prefettura di Sondrio. Dalle prime ore di sabato 13 si torna a transitare sulla Strada Provinciale 29 fortemente minacciata dalla frana del Ruinon.

Estese quindi le fasce orarie in cui era permesso il transito. Ora è possibile lungo tutto il giorno, dalle ore 7 alle ore 21.

Per sicurezza sono state installate alcune barriere mobili per proteggere maggiormente la strada dalla possibile caduta di massi. Resta costante il monitoraggio della situazione da parte della protezione civile coordinata dalla Polizia locale.

Le possibili soluzioni

Resta il problema della frana che dagli anni '90 rappresenta un vero e proprio pericolo. Da anni si pensa a come ovviare alle difficoltà dovute dall'importante smottamento che potrebbe cadere sulla SP. 29 in qualsiasi momento, specie in condizioni meteo difficoltose. 

Tra le possibili soluzioni, seppur decisamente non definitiva, c'è quella di potenziare la pista utilizzata nei giorni scorsi, asfaltandone alcuni tratti e realizzando un collegamento stabile con Bormio 2000.

Decisamente più definitiva sarà la costruzione di una galleria artificiale lungo la SP 29 che permetta agli eventuali detriti in caduta di non piombare sulla strada. Congiuntamente sarà necessario intervenire per regimentare le acque che scorrono sul versante del Ruinon.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

  • Incidenti stradali

    Traona, rocambolesco incidente sulla Valeriana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento