La neve continua a scendere a Livigno, Passo della Forcola chiuso definitivamente per l'inverno

Le nevicate copiose non garantivano la sicurezza degli automobilisti

Il Passo della Forcola che dalla Valposchiavo, in Svizzera, conduce a Livigno è stato definitivamente chiuso per l'inverno. Dopo qualche giorno di attesa in cui le autorità hanno "temporeggiato" per verificare sia le condizioni del manto stradale che quelle metereologiche si è preferito chiudere al transito veicolare.

Ora per raggiungere Livigno è obbligatorio passare dal Passo Foscagno, se si arriva dalla Valtellina, o dal Tunnel Munt La Schera se si giunge dalla Svizzera ed il nord Europa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento resterà in vigore durante l’intera stagione invernale fino alla riapertura, prevista per giugno 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento