rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

Lago di Como con Valtellina e Valchiavenna: l'idea di un unico brand per le Olimpiadi

L'assessore regionale Sertori: "I Giochi sono un'occasione da non perdere: dobbiamo lavorare in rete per cogliere appieno la straordinaria opportunità di visibilità internazionale per i nostri territori"

La provincia di Lecco si interroga sul suo futuro, in vista delle Olimpiadi invernali del 2026. Come racconta LeccoToday, oggi, lunedì 26 febbraio, si è riunito presso l'auditorium della Camera di commercio il Tavolo per la competitività e lo sviluppo della provincia lecchese. In quell'occasione diversi temi sono stati affrontati. In particolare, si è parlato della messa in sicurezza del tunnel della SS36, della realizzazione della terza corsia del Ponte Manzoni tra Pescate e Lecco; del completamento della SR639 Nuova Lecco-Bergamo (lotto 3 'Lavello'); dell'adeguamento dell'infrastruttura SS36 (tratto Monza-Civate) e del prolungamento della Tangenziale Est in provincia di Lecco; dell'ammodernamento e dell'elettrificazione della linea ferroviaria Como-Lecco. E ancora dei progetti strategici per il territorio: hub logistico a Lecco; aggiornamento Accordo di Programma Campus Politecnico; Olimpiadi Invernali Milano Cortina: infrastrutture strategiche e azioni territoriali da promuovere.

"Con soddisfazione abbiamo accolto le richieste di convocazione del Tavolo e apprezzato l'ampia e qualificata partecipazione alla seduta odierna, segno del riconoscimento del ruolo del tavolo, quale luogo di condivisione per la definizione dei percorsi di sviluppo del sistema lariano - spiega Marco Galimberti, presidente della Camera di Commercio Como-Lecco - L'impegno di collaborazione e condivisione che abbiamo assunto fin dall'inizio del nostro mandato ha dato i suoi frutti in particolare sul fronte del turismo, con gli importanti risultati sotto gli occhi di tutti. Non posso che auspicare che la nuova Giunta camerale dia continuità al percorso avviato". 

"Numerosi spunti"

All'incontro erano presenti l'assessore regionale Massimo Sertori e gli altri rappresentanti politici regionali del territorio, il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e il vicepresidente della Provincia Mattia Micheli, i vertici delle associazioni datoriali e sindacali del territorio. Hanno partecipato in video-collegamento anche Rfi-Rete Ferroviara Italiana e Anas. "L'incontro di oggi ha consentito di condividere importanti aggiornamenti sugli interventi infrastrutturali per il territorio in vista delle Olimpiadi e degli altri importanti eventi sportivi che ospiteremo nei prossimi anni - commenta Lorenzo Riva, coordinatore del Tavolo per la competitività - Abbiamo raccolto numerosi spunti utili a rafforzare la comune visione lariana e a dare continuità all'approccio di area vasta, consolidando la collaborazione con la Camera di commercio di Sondrio". Il confronto ha confermato la posizione strategica dell'Area Lariana, anello di congiunzione della via olimpica tra Milano e la Valtellina.

Sertori: "Bisogna lavorare con spirito olimpico"

"Le Olimpiadi 2026 rappresentano un'occasione che non possiamo perdere: dobbiamo lavorare in rete per cogliere appieno la straordinaria opportunità di visibilità internazionale per i nostri territori - conclude l'assessore regionale Massimo Sertori - Grazie alle risorse messe a disposizione e all'accelerazione consentita dai 'Giochi' potremo anche portare a compimento quelle opere che attendiamo da tempo. C'è da lavorare con spirito olimpico contaminando le Comunità. Siamo di fronte a un'occasione irripetibile in cui il ruolo dei privati è centrale per raccogliere fino in fondo la sfida".

A margine del Tavolo per la competitività e lo sviluppo della provincia di Lecco, riunitosi oggi a Lecco, la presidente della Provincia di Lecco Alessandra Hofmann e il vicepresidente Mattia Micheli dichiarano: "Cogliamo con favore l'appello dell'assessore regionale Massimo Sertori per unire i brand del Lago di Como e della Valtellina e Valchiavenna, sfruttando il cappello istituzionale delle Olimpiadi, un'occasione storica per unire e intercettare la vetrina olimpica. Proprio per questo attiveremo un tavolo comune operativo con le due Province di Como e Sondrio per farci promotori di questo fondamentale lavoro di squadra che, ne siamo certi, porterà benefici a tutti i territori interessati".

Piazza: "Lecco connessa con l'aeroporto di Orio e la Svizzera"

Nel corso della riunione Rete ferroviaria italiana ha dato un importante annuncio per l'intero territorio della Provincia di Lecco: l'attestazione di un capolinea sia dei treni che verranno dalla Svizzera della tipologia TiLo che della nuova tratta di collegamento diretta verso l'aeroporto di Bergamo Orio al Serio. "Sono profondamente soddisfatto per questo annuncio da parte di Rete ferroviaria italiana, che mi era stato anticipato nelle scorse settima dalla direzione generale per la Lombardia, in quanto con questi nuovi collegamenti Lecco si porrà come nodo strategico importante dal punto di vista ferroviario e nei fatti diventerà l'hub delle Orobie lombarde. In particolare, in ottica turistica con questi potenziamenti che inizieranno operativamente dopo le Olimpiadi del 2026, dopo i necessari tempi di progettazione tecnica, il nostro territorio potrà intercettare direttamente il grande flusso turistico che si attesta sull'aeroporto di Bergamo Orio al Serio che sicuramente si incrementerà nel tempo grazie alla possibilità di collegamento intermodale con il treno. Il nostro territorio grazie a un lavoro continuo di rappresentanza delle istanze, che molte volte non appare sui media, ma che è di approfondimento continuo con tutti gli apparati dello Stato e degli enti deputati, con questo annuncio ha ottenuto degli importanti investimenti che non lo vedono secondo a nessun territorio provinciale della Lombardia; ora naturalmente inizierà il lavoro di pressing istituzionale affinché questi annunci si trasformino in realtà nei tempi annunciati" dichiara il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia Mauro Piazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como con Valtellina e Valchiavenna: l'idea di un unico brand per le Olimpiadi

SondrioToday è in caricamento