rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Speranze per il futuro

Eccellenti nello studio e nello sport: le borse di studio Bim ai giovani di Valtellina e Valchiavenna

La cerimonia di premiazione si è tenuta oggi pomeriggio nella Sala delle Acque

Sono stati capaci di portare la Valtellina e la Valchiavenna a primeggiare a livello italiano, europeo o mondiale nelle discipline che praticano con grande impegno, passione e dedizione; o, ancora, hanno guardato e studiato con grande attenzione il loro territorio d'origine gettando una nuova luce, con le loro tesi, su problematiche di grande attualità per la provincia di Sondrio.

Gli sforzi di questi giovani sono già stati premiati, nello sport o nella carriera accademica, con medaglie o lauree, ma oggi i ragazzi e le ragazze hanno ottenuto un ulteriore riconoscimento grazie alle borse di studio stanziate dal Bim di Sondrio del presidente Alan Vaninetti. La cerimonia di consegna delle borse di studio stesse si è tenuta nella Sala delle Acque nel corso del pomeriggio odierno.

Gli sportivi

A livello sportivo, hanno ricevuto la borsa di studio da mille euro:

  • Giada Preda (Cosio Valtellino) prima nel gran prix di karate in Croazia
  • Manuela Pedrana (Valdisotto), seconda agli Europei e prima nella Coppa del mondo di sci alpinismo
  • Sabrina Canclini (Valdisotto) due volte prima ai campionati italiani juniores di short track
  • Silvia Boscacci (Sondrio) campionessa italiana di sci alpinismo
  • Chiara Maria Amonini (Chiuro) campionessa italiana di ginnastica artistica
  • Matteo Bardea (Lanzada) tre volte convocato nella nazionale italiana e 13esimo al campionato europeo di corsa 
  • Giuseppe Tirinzoni (Talamona) due volte maglia azzurra di atletica leggera
  • Pietro Castellazzi (Valdisotto) campione del mondo Junior a staffetta nello short track
  • Nicole Valli (Teglio) terza ai campionati mondiali di sci alpinismo
  • Erik Canovi (Berbenno) plurivittorioso ai mondiali, in coppa del mondo e al Festival della gioventù europea di sci alpinismo
  • Federico Pozzi (Valdisotto), primo ai campionati italiani Under 16 di sci di fondo
  • Simone Compagnoni (Bormio), quarto ai campionati europei di sci alpinismo
  • Melissa Bertolina (Valfurva) seconda ai mondiali a squadre di corsa in montagna e vincitrice della coppa del mondo Under 18 di sci alpinismo
  • Davide Cola (Valdidentro) plurivittorioso ai campionati italiani di biathlon
  • Marcello Scarinzi (Fusine) primo ai mondiali a squadre di corsa in montagna

I laureati

Sono state inoltre consegnate le borse di studio ai laureati negli anni accademici 2020-2021 e 2021-2022 hanno redatto una tesi di laurea avente come argomento una questione inerente la provincia di Sondrio. L'importo stanziato dal Bim è stato di 1.500 euro per le lauree magistrali e mille euro per le lauree triennali.

Ecco tutti i vincitori:

  • Alice Scaramellini (Chiavenna) per la tesi di laurea triennale in economia aziendale all'Università Bocconi dal titolo "Evoluzione strategica nel comparto bresaola - I casi Del Zoppo e Panzeri"
  • Nicolò Rocca (Valdidentro) per la tesi di laurea triennale in scienze umane, dell'ambiente e del territorio all'Università degli studi di Milano dal titolo "Evoluzione di laghi proglaciali del gruppo Ortles e Cevedale nel periodo compreso tra il 2003 e il 2018
  • Fausto Nonini (Novate Mezzola) per la tesi di laurea triennale in scienze e tecnologie geologiche all'Università Bicocca di Milano dal titolo "Analisi delle dinamiche di caduta massi da versante roccioso nel Comune di Novate Mezzola, mediante rilievi eseguiti con laser scanner e drone, acquisizione di dati geomeccanici e prove di laboratorio
  • Rosa Bruseghini (Caspoggio) per la tesi di laurea magistrale in scienze storiche e orientalistiche all'Università di Bologna dal titolo "Il sacro macello di Valtellina del 1620 attraverso la riflessione martirologica di Vincenzo Parravicino
  • Martina Gianoli (Sondalo) per la tesi di laurea magistrale in scienze ambientali all'Università degli studi dell'Insubria dal titolo "Ricostruzione dell'evoluzione glaciale della Val di Rezzalo (Alta Valtellina)"
  • Paolo Tagni (Postalesio) per la tesi di laurea magistrale in ingegneria edile-architettura al Politecnico di Milano dal titolo "Iuga Rhaetica - recupero della via di Umbrail e delle strutture ivi poste"
  • Francesco Antonelli (Mantello) per la tesi di laurea magistrale in geourbanistica all'Università degli studi di Bergamo dal titolo "Progettazione territoriale ed inclusione sociale: accessibilità nel Parco nazionale dello Stelvio
  • Samuele Foianini (Chiesa in Valmalenco) per la tesi di laurea triennale in scienze e tecnologie agrarie all'Università degli studi di Milano dal titolo "Vitigni rari e di antica coltivazione in Valtellina, dal passato una risorsa per il futuro
  • Letizia Pelganta (Gordona) per la tesi di laurea triennale in scienza dei beni culturali all'Università Cattolica del Sacro Cuore dal titolo "Gli affreschi di Palazzo Vertemate"
  • Elena Preda (Chiavenna) per la tesi di laurea triennale in scienza dei beni culturali all'Università Cattolica del Sacro Cuore dal titolo "La Pace di Chiavenna: storia, questioni attributive, tecniche esecutive"

La commissione per le borse di studio agli sportivi è stata composta da Ettore Castoldi, Cesare Pedranzini e Micaela Tralli, quella per le borse di studio ai laureati da Cesare Pedranzini, Alberto Gerosa e Micaela Tralli.

Speranze per il futuro

"Premiamo oggi - ha sottolineato il presidente del Bim Alan Vaninetti - eccellenze nel campo sportivo e culturale che si sono particolarmente distinte. La cosa che le accomuna è l'impegno, visto che tutti questi giovani mettono grinta, caparbietà, forza e costanza per perseguire gli obiettivi che si sono dati. Questi ragazzi e ragazze sono un buon segno, una speranza per il futuro. Gli auguro di continuare così, con i loro sogni e le loro aspettative, affinché possano portare grandi cose. A voi ragazzi dico di non avere paura, di metterci tutta la vostra volontà e di non temere di "dire" i vostri sogni. Faccio i complimenti anche alle famiglie che accompagnano questi giovani, mantengono i loro studi e fanno sacrifici".

"Questi ragazzi e ragazze - ha fatto eco il consigliere provinciale Maria Cristina Bertarelli - rappresentano il futuro positivo della nostra provincia. E' importante premiare chi si impegna nello sport che è molto formativo e insegna il fair-play, elemento che questi giovani possono portare nelle nostre comunità. Ed è importante il percorso accademico di questi laureati che lasciano un patrimonio importante di analisi, studio e di ricerca e che permette di guardare con occhi innovativi alle problematiche del nostro territorio". 

I giovani laureati premiati con le borse di studio del Bim

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenti nello studio e nello sport: le borse di studio Bim ai giovani di Valtellina e Valchiavenna

SondrioToday è in caricamento