Attualità

Progetto "Divina Commedia", premiati gli studenti dell'istituto "Nervi-Ferrari" di Morbegno

La tavola vincitrice, raffigurante il canto XXIX del Paradiso, è stata quella realizzata da Elisabetta Pedrotti

La sala riunioni dell’Ust di Sondrio ha ospitato, questa mattina, la cerimonia di premiazione dei 98 disegni realizzati dai 24 ragazzi della classe V AF del Liceo Artistico "Nervi - Ferrari" di Morbegno nell'ambito del "Progetto Divina Commedia"

I vincitori

Tre su tutte le tavole selezionate dalla giuria di esperti che si sono distinte per chiarezza comunicativa, originalità e padronanza della tecnica artistica: l’opera dedicata al Canto XXIX del Paradiso realizzata da Elisabetta Pedrotti (prima classificata); quella raffigurante il Canto XXVIII dell’Inferno di Rachele Gatti (secondo posto); e quella sul Canto XVI del Purgatorio che porta la firma di Elisa Ciapponi (terzo posto). Non solo. Nove delle tavole realizzate dai ragazzi verranno poi utilizzate proprio per decorare la sala riunioni dell’Ufficio Scolastico, a completamento dell’opera di restyling avviata nei mesi scorsi. Premiato anche Andrea Ricetti il cui disegno è stato selezionato come logo per le creme progettate dagli studenti del laboratorio di Cosmesi dell’Istituto Agrario simbolicamente chiamate “Latte d’Angelo” e “La Carezza del Poeta” prodotte rispettivamente da un’azienda locale con latte d’asina e vite rossa. Infine, due menzioni speciali per l’impegno e la padronanza della tecnica sono andate a Chiara Covaia e Rachele Fabani. 

In ogni caso, ciascuno dei disegni confluirà all’interno di un’edizione “made in Valtellina” del celebre poema dantesco che s’inserisce nell’ambito delle iniziative per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

A premiare i ragazzi sono stati il Dirigente Ust, Fabio Molinari, la Dirigente del Liceo “Nervi – Ferrari” di Morbegno, Elisa Gusmeroli e Franco Mottalini, referente della giuria e membro del tavolo tecnico su Dante Alighieri.

thumbnail_Andrea Ricetti-2

I ringraziamenti

"Ringrazio l’Ufficio scolastico di Sondrio per l’opportunità che ci è stata data anche perché ciò offre al nostro istituto la possibilità di farsi conoscere sul territorio –  ha dichiarato la preside Gusmeroli –. Dietro a ciascun disegno si cela il lavoro e la tecnica di cinque anni di studio di questi ragazzi che ora si apprestano a sostenere l’esame di Stato e per loro si tratta della degna conclusione di un percorso scolastico vissuto con tanto impegno".

"Le tavole sono davvero una più bella dell’altra ed è stato molto difficile individuarne solo tre. - ha aggiunto il dirigente Molinari rivolgendosi ai ragazzi - Grazie al vostro lavoro anche la sala dell’Ust verrà presto decorata con immagini raffiguranti il poema dantesco".

Gli altri progetti per celebrare "l'anno dantesco"

Nel corso della mattinata il Dirigente Molinari ha poi fatto il punto su alcuni dei numerosi progetti messi in campo dalle scuole della provincia e dall’Ufficio Scolastico Territoriale per celebrare l’anno dantesco, iniziato a gennaio con l’incontro online in compagnia del celebre dantista Franco Nembrini per approfondire alcuni aspetti della Divina Commedia e proseguito anche “a distanza” nei mesi più difficili segnati dalla pandemia.

"Tra le tante attività realizzate dall’Ufficio insieme alle scuole della provincia abbiamo creato dei prodotti con l’effige di Dante come le creme viso e corpo a base di materie prime del territorio grazie al lavoro portato avanti dal professor Francesco Servalli e dal suo laboratorio di dermocosmesi – ha spiegato Molinari –. E ancora le etichette speciali con le immagini di Inferno, Purgatorio e Paradiso trasferite sulle bottiglie di vino. In collaborazione con la Consulta Provinciale Studentesca abbiamo poi creato 500 t-shirt e delle felpe che riportano il logo ufficiale dell’Ust per l’anno dantesco con tanto di terzina e, anche i ragazzi dell’Istituto “Damiani”, hanno dato il loro contributo realizzando splendidi disegni. Tutto il materiale prodotto confluirà, intorno a settembre, in una mostra che ospiterà anche un’opera d’arte della pittrice Irene Petrafesa grazie alla collaborazione con l’Istituto comprensivo di Ponte in Valtellina. Alla mostra, che vedrà anche la collaborazione di Treccani, esporremo anche una copia anastatica del Codice Dante Urbinate la cui copia autentica è conservata nella Biblioteca Vaticana".

"Tra le tante cose - ha concluso sempre Molinari - stiamo lavorando anche alla realizzazione di una serie di 13 video con letture di altrettanti canti della Divina Commedia realizzate da Nicolas Bettinesechi insieme ad Enrico Pedranzini nei luoghi simbolo del territorio e con la partecipazione di alcuni protagonisti del mondo della scuola. Tante le idee anche per i prossimi mesi e vorremmo che l’estate sia connotata dalla presenza di Dante attraverso momenti musicali e letture itineranti".

thumbnail_Presentazione dei progetti messi in campo per il 700° Dante-2 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Divina Commedia", premiati gli studenti dell'istituto "Nervi-Ferrari" di Morbegno

SondrioToday è in caricamento