rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Volley

Progetto Valtellina, coach Colombo: "Per crescere dovremo essere concentrati come sabato scorso"

L'allenatore ha esaminato nuovamente l'ultima vittoria che ha alzato in maniera decisiva l'umore dell'ambiente

I primi tre punti della stagione hanno un sapore particolare per il Progetto Valtellina Volley Riwega. La vittoria netta contro la Pallavolo Don Colleoni ha avvolto l’ambiente delebiese di grande soddisfazione e gioia, premio del lavoro fin qui svolto da atlete, staff tecnico e dirigenti nei mesi precedenti l’inizio del campionato.

Sono molto contento della prestazione della squadra contro la Don Colleoni – afferma Andrea Colombo, Allenatore del PVV RIWEGA Delebio -. Abbiamo avuto un ottimo atteggiamento e soprattutto le ragazze sono state molto brave a rimanere concentrate in campo anche nei momenti più difficili come nel secondo set. Siamo riusciti a mettere in pratica ciò che avevamo preparato in settimana e a sfruttare le occasioni che le nostre avversarie ci hanno concesso. Tutto questo ci ha permesso di festeggiare la vittoria davanti al nostro numerosissimo pubblico”.

Serve rimanere concentrati ora e puntare a crescere ancora di più - conclude il tecnico –. Dobbiamo recuperare ancora qualche situazione fisica non al top di alcune atlete e allo stesso tempo migliorare sempre di più il nostro gioco. Non possiamo fermarci perché il campionato di B1 va avanti veloce e non aspetta nessuno”.

Una vittoria storica per il Progetto Valtellina Volley che va immediatamente archiviata perché, come da parole di Andrea Colombo, il campionato prosegue con  un’altra sfida: sabato 22 ottobre alle 20:30 è in programma la trasferta milanese sul campo della Fo.Co.L Legnano, leader della classifica a punteggio pieno grazie al doppio successo nelle prime due uscite stagionali contro la VAP Galbiati Piacenza e la Robosystem Concorezzo.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto Valtellina, coach Colombo: "Per crescere dovremo essere concentrati come sabato scorso"

SondrioToday è in caricamento