rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Calcio

Nuova Sondrio beffata negli ultimi minuti, il Leon vince nel finale

I ragazzi di Mister Fraschetti hanno tenuto testa alla favorita a vincere il campionato: "Ripartiamo da qui"

La Nuova Sondrio torna dal big match di Vimercate con una sconfitta di misura maturata nei minuti finali di un match combattuto, ma porta con sé soprattutto la consapevolezza di potersela giocare con tutte le favorite alla vittoria finale, nei confronti delle quali ha saputo esprimere sicuramente un eccellente gioco di squadra unito ad apprezzate individualità e una capacità di reazione notevole.

Nel nuovo e lussuoso impianto brianzolo, in un pomeriggio ferragostano più che autunnale, al cospetto di un pubblico non così numeroso, tra cui spiccava nella tribunetta degli ospiti una nutrita rappresentanza di esponenti del Grupp Sasèla e dei Boys Sondrio, andava in scena una partita maschia ma complessivamente corretta. Mister Fabio Fraschetti doveva rinunciare ai lungodegenti Muletta e Viviani, allo squalificato Cocuz, mentre Busto non al meglio si accomodava in panchina.

In avvio, così per gran parte del match, erano i biancazzurri a dettare i tempi di gioco e al 7’ la prima conclusione era di Badjie, con Ferrari che bloccava senza problemi. All’8’ Marras serviva una palla deliziosa per Martinez, che solo davanti al portiere mandava alto. Nel ribaltamento di fronte arrivava il vantaggio dei padroni di casa. Ferre si accentrava dalla sinistra del fronte d’attacco, arrivava ai 18 metri e lasciava partire un tiro di destro che si infilava a fil di palo senza che Rodriguez potesse intervenire.

I biancazzurri non si perdevano d’animo e reagivano. All’11 un cross insidioso di Escudero dalla destra veniva parato da Ferrari. Un giro di lancette più tardi un cross di sinistro dalla parte destra del fronte d’attacco sondriese di Sonzogni trovava sul secondo palo la testa di Comelli, che non riusciva a indirizzare verso la porta con la palla che si perdeva sul fondo.

Al 15’ clamorosa occasione per gli ospiti, con Rios che lasciava partire un tiro cross dalla trequarti che colpiva la traversa, la palla tornava in campo e Negrini da pochi passi vedeva la sua conclusione respinta da un difensore. Altro brivido per Ferrari quattro minuti più tardi, con Martinez a colpire al volo su un corner battuto da Escudero, con un pallonetto che terminava alto di poco.

Il cliché della partita era ormai scritto, con i valtellinesi ad attaccare e la squadra di Inacio Joelson a ripartire in contropiede. Al 21’ altra azione pericolosa di Marras, con un sinistro dal limite deviato in corner, mentre al 24’ Martinez defilato sulla destra colpiva mandando però la palla alta. Al 26’ un rimpallo in area favoriva Pelle, ma la sua conclusione rasoterra trovava prontissimo Rodriguez. 

Il gioco era aspro e un faccia a faccia tra El Kadiri ed Escudero portava il direttore di gara ad ammonire entrambi. Pochi istanti dopo l’esterno sinistro difensivo di casa veniva graziato per un altro fallo affatto veniale su Escudero non sanzionato. Al 45’ altro episodio dubbio, con Marras che finiva a terra in area dopo un contatto con un giocatore avversario, ma l’arbitro non si accorgeva dell’accaduto e l’azione proseguiva con un nulla di fatto. 

Secondo tempo

Nella ripresa i bianconeri schieravano due punte sul fronte d’attacco, con Quenum ad affiancare Martinez. Al 51’ era Mento a bersi l’avversario sul lato destro dell’area, scodellare al centro un pallone che Ferrari deviava togliendolo dalla disponibilità di Marras con la palla che sfilava in corner. Un minuto dopo una conclusione dello stesso numero 10 veniva ribattuta in calcio d’angolo, ma era il preludio al gol del pareggio: Escudero riceveva palla sulla destra, si accentrava e lasciava partire un tiro di destro che Ferrari non tratteneva, Martinez era veloce a rimettere la palla in mezzo dove Quenum era il più lesto di tutti a intervenire e realizzare il gol dell’1-1, facendo esultare tutta la panchina e lo spicchio biancazzurro sulla tribunetta.

La partita si accendeva, con i padroni di casa che abbandonavano la tattica attendista e decidevano di giocare il match a viso aperto. Al 68’ era Pelle a presentarsi a due passi dalla porta in posizione defilata e scagliare un sinistro che però si rivelava un cross su cui nessun compagno interveniva. Sul ribaltamento di fronte un’ottima combinazione tra Marras, Martinez e Quenum mandava al tiro l’attaccante francese, che però concludeva alto.

Al 77’ clamorosa occasione per la Leon, con Bonseri che sulla sinistra approfittava di una scivolata di Escudero e da pochi passi scagliava un gran tiro che Rodriguez respingeva con una prodezza, interveniva Comelli di tacco e colpiva l’incrocio dei pali, la palla ritornava a Bonseri che di testa indirizzava verso la porta da distanza ravvicinata, ma il portiere biancazzurro si esibiva in un nuovo miracolo e l’azione sfumava per un fuorigioco del numero 10 di casa.

I brianzoli prendevano campo e all’84’ concretizzavano fortunosamente questo momento favorevole con un tiro sempre di Bonseri dal vertice sinistro dell’area a cercare il primo palo: Rodriguez interveniva, ma non tratteneva la palla che si infilava beffardamente alle sue spalle.

Il finale regalava una punizione di Comelli dai venti metri che si spegneva sulla rete esterna della porta sondriese e l’ultimo assalto biancazzurro, con un’irresistibile percussione di Gigio Trani sulla destra e un assist a Martinez, che però da pochi passi, ostacolato da un difensore, non riusciva a impattare. Arrivava così la prima sconfitta  stagionale in campionato per la Nuova Sondrio in un incontro dove il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto.

Sabato 14 ottobre, alle ore 15.30, l’appuntamento alla Castellina per l’anticipo della settima giornata con la Soresinese, mentre mercoledì 18 ottobre alle 18.30 altro evento da non perdere con i quarti di finale di Coppa Italia d’Eccellenza con il Castelleone sempre nell’impianto sondriese.  

Il commento di mister Fraschetti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Sondrio beffata negli ultimi minuti, il Leon vince nel finale

SondrioToday è in caricamento