rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Scuola

Agricoltura e benessere, il progetto di Coldiretti per le scuole

Torna l'iniziativa "L’agricoltura in classe con Coldiretti e Campagna Amica"

Coldiretti Sondrio, in collaborazione con l'Ufficio scolastico territoriale, ATS della Montagna e Comune di Sondrio, ha presentato la nuova edizione de "L’agricoltura in classe con Coldiretti e Campagna Amica", il progetto di sensibilizzazione nelle scuola, partito nel 2019, con l'obiettivo di promuovere un'alimentazione sana e stili di vita corretti. Gli alunni della scuola primaria di Ponchiera hanno partecipato alla conferenza stampa insieme alle loro insegnanti. Saranno proprio i bambini e i ragazzi ad essere protagonisti dell'iniziativa in prima persona.

"I bambini delle elementari sono i più ricettivi e propositivi. La necessità è quella di far capire loro l'importanza di ciò che mangiano perchè saranno i consumatori di domani. Qualcuno sarà anche l'agricoltore di domani. In un momento in cui la cultura e l'agricoltura italiana sono sotto attacco, con l'arrivo del cibo sintetico, cerchiamo di preservare quella che è la nostra cultura alimentare", ha rimarcato la presidente di Coldiretti, Silvia Marchesini.

Ogni classe che aderirà avrà accesso a contenuti specifici, in linea con l'età degli alunni: video didattici, interviste ad agricoltori locali, tutor per la spesa e nutrizionisti, nonché materiale stampabile. Inoltre, oltre alle possibili visite guidate, alla fine di maggio vi sarà una festa conclusiva a Sondrio.

cubelli, marchesini, Virgilio

"Questo progetto prevede il coinvolgimento di 1.500 bambini di tutte le scuole della provincia di Sondrio. Nasce nel 2019 con un protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Istruzione e Coldiretti ed ha come obiettivo quello di educare i consumatori di domani, ovvero i nostri bambini, i quali entreranno in contatto con il mondo agricolo a scuola e presso i nostri agricoltori, nelle fattorie didattiche e negli agriturismi", ha illustrato il direttore di Coldiretti Giancarlo Virgilio.

Stretta la collaborazione con l'ufficio scolastico, da poco diretto dal professor Vincenzo Cubelli. "Sono particolarmente contento perché vedo in questo progetto il realizzarsi del principio di sussidiarietà, quello per cui le scuole sono al servizio del loro territorio, esprimendo, nella loro offerta formativa, quelli che sono gli aspetti caratteristici del territorio". "La parola 'agricoltura' è una parola di origine latina, significa letteralmente 'coltivazione dei campi'. La cosa interessante è che in realtà coltura e cultura hanno in realtà la stessa etimologia. Come diceva Cicerone, quando noi coltiviamo la terra coltiviamo anche noi stessi, il nostro animo. Sono felice che la scuola unisca nuovamente questi due termini apparentemente così lontani ma che in realtà hanno la stessa etimologia e che contribuiscono a formare l'uomo nel suo domani. Educandoci all'alimentazione non ci educhiamo soltanto a mangiare bene, ma ci aiutiamo anche ad un mondo più sostenibile. Mi auguro che questo possa essere davvero un momento di grande apprendimento per tutti", ha sottolineato il provveditore.

"L'ambiente che ci circonda deve essere sano, senza sostanze tossiche inquinanti, quello che mangiamo deve essere buono e l'acqua pulita. Altrimenti ci si ammala. Siamo molto contenti di partecipare a questa iniziativa che è spettacolare", ha detto Raffaello Stradoni direttore generale di ATS della Montagna rivolgendosi ai bambini in sala. Entusiasta anche l'assessore all'Istruzione del Comune di Sondrio, Marcella Fratta: "È importante mangiare quello che viene prodotto dalla nostra terra. Mi complimento per l'iniziativa".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura e benessere, il progetto di Coldiretti per le scuole

SondrioToday è in caricamento