rotate-mobile
Festeggiare in modo responsabile

Capodanno 2024: cosa si potrà e cosa non si potrà fare

Molte località hanno organizzato feste in piazza con un occhio attento alla sicurezza e al rispetto anche degli animali

Domani, la notte di San Silvestro segnerà la fine del 2023 e l'inizio del 2024. Molte località tra cui i capoluoghi di mandamento e le località sciistiche hanno organizzato feste e brindisi in piazza e fiaccolate sulle piste. Eventi che promettono di richiamare molte persone per l'appunto nelle piazze o sulla neve all'insegna della musica e del divertimento.

Ci sono, però, anche delle regole da rispettare secondo le indicazioni date dalle varie amministrazioni comunali: a Sondrio, ad esempio, saranno vietati in piazza Garibaldi i fuochi d'artificio nè si potranno portare con sé e utilizzare per i brindisi bottiglie e bicchieri di vetro.

A Chiuro, invece, nessun divieto di botti e petardi, ma l'invito a usarli in maniera consapevole al fine di tutelare la salute e la sicurezza di persone ed animali ed in questo periodo di siccità, anche per evitare il rischio incendi boschivi. "Festeggiare l’arrivo del nuovo anno deve essere un’occasione felice, evitiamo, quindi, di arrecare disagio agli altri, rispettandone la serenità - si sottolinea sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Chiuro -. Ci sono tanti altri modi per far festa e divertirsi, e se proprio un botto ci dev'essere che sia quello del tappo di una buona bottiglia di spumante, italiano naturalmente, meglio se di Chiuro, visto che se ne producono di ottimi qui".

Stessa linea scelta da Doriano Codega, sindaco di Colorina, che invita i suoi concittadini a un utilizzo moderato e consapevole di fuochi artificiali, botti e giochi pirotecnici per tutelare la salute e la sicurezza di persone e animali.ed evitare "una serie di conseguenze negative e pericolose che minacciano la sicurezza urbana e nel contempo possono provocare danni a persone, animali e al patrimonio pubblico e privato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno 2024: cosa si potrà e cosa non si potrà fare

SondrioToday è in caricamento