rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Agricoltura sociale

Restanza agricola Valtellina: le cooperative difendono e fanno bello il territorio

Finanziato da Fondazione Cariplo, coinvolge consorzio Sol.co e sette coop in iniziative di turismo esperienziale, recupero di terreni incolti e inserimento lavorativo di persone svantaggiate

L'unione fa la forza: Fondazione Cariplo, consorzio Sol.co e sette cooperative (Elianto-PintAlpina, Il Gabbiano, Intrecci, Larius, La Quercia, Solares, Il Sentiero) nei prossimi tre anni daranno vita a una serie di iniziative che rientrano nel progetto "Restanza agricola Valtellina".

La cooperativa Larius riuscirà a innestare nuove colture nel suo agriturismo Open Cascina a Colico; la cooperativa Il Sentiero metterà a punto alcuni percorsi didattici per far conoscere e valorizzare anche in chiave turistica la propria attività; la cooperativa Il Gabbiano acquisterà per la prima volta vigne di proprietà per complessivi quattromila metri quadri di terreno tra Castione, Sondrio, Montagna e Poggiridenti; la cooperativa Larius riuscirà a innestare nuove coltura nel suo agriturismo Open Cascina a Colico; la cooperativa Il Sentiero metterà a punto alcuni percorsi didattici per far conoscere e valorizzare anche in chiave turistica la propria attività; la cooperativa Elianto e PintAlpina, invece, implementeranno nuovi tipi di colture, come quelle di mirtilli e piccoli frutti, al momento “estranee” all’attività del birrificio.

Nel complesso verranno recuperati 25 mila metri quadri di terreni incolti per colture sia pluriennali (vite, olivo e piccoli frutti) sia annuali (mais, fagioli e ortaggi). Tutto questo senza dimenticare l'impegno delle cooperative Il Sentiero, Intrecci, Larius e Gabbiano che si dedicheranno anche al turismo esperienziale, cioè a rendere fruibile proprio turisticamente il paesaggio coltivato.

Le iniziative del progetto "Restanza agricola Valtellina" sono finanziate per 250 mila euro dalla Fondazione Cariplo, nell'ambito del bando "Ruralis": "Con la presentazione di questi progetti - ha sottolineato Marco Dell’Acqua, responsabile per la provincia di Sondrio nella commissione centrale di beneficenza di Fondazione Cariplo - non vogliamo incensarci, ma far vedere come la Valtellina stia lavorando e facendo molto bene anche rispetto ad altri territori. Il nostro contributo, come in passato, permetterà di creare un sistema virtuoso per lo sviluppo del territorio. Questi progetti, che pongono l’agricoltura al centro, sono importanti dal punto di vista sociale ed economico. Fondazione Cariplo recepisce i bisogni e indirizza le azioni, guardando al presente, ma anche in prospettiva futura".

"Il progetto - ha fatto eco il direttore di Consorzio Sol.co. Massimo Bevilacqua -, coinvolgendo le sette cooperative, punte alla valorizzazione turistica, sociale, paesaggistica, ambientale ed economica del territorio grazie al recupero dei terreni agricoli, all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e all’offerta di percorsi di turismo esperienziale".

Il precedente

Il progetto “Restanza agricola Valtellina” fa seguito a quello denominato “Sotto sopra” finanziato con 350 mila euro sempre da Fondazione Cariplo nel 2019 nell’ambito del bando “Coltivare valore” e che ha portato al recupero di sette ettari di terreno incolto e all’inserimento lavorativo di 20 persone. Inoltre, proprio sulla spinta di questa prima iniziativa i prodotti di “agricoltura sociale” coltivati dalle cooperative sono già attualmente in vendita anche attraverso il portale e-commerce “Agricola Valtellina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restanza agricola Valtellina: le cooperative difendono e fanno bello il territorio

SondrioToday è in caricamento