rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Maggior decoro urbano

In Alta Valtellina negozi e hotel si rifanno il look

Grazie a un bando di Regione Lombardia finanziati vari interventi per il rifacimento, secondo parametri comuni, delle insegne delle attività

L’Alta Valtellina, territorio che totalizza circa 2 milioni e mezzo di presenze annue, sta investendo nel decoro urbano: il primo impatto è importante, soprattutto quando si entra in una località turistica. In questa direzione ci si è mossi grazie al bando, con dotazione finanziaria di 200 mila euro, finanziato da Regione Lombardia nell’ambito del “Distretto del commercio Alta Valtellina”.

Sono state 42 le domande accolte. Sono stati concessi contributi a fondo perduto, nella misura del 50% delle spese sostenute (fino a un massimo di 5.000 euro). Beneficiarie le micro, piccole e medie imprese. Le richieste di contributo sono state attentamente vagliate dalla Comunità Montana Alta Valtellina, in qualità di ente capofila. Particolare attenzione è stata riservata agli investimenti in grado di migliorare l’aspetto delle singole strutture, a partire dalle insegne per le quali sono stati definiti parametri omogenei per la loro realizzazione: i manufatti dovranno infatti possedere caratteristiche costruttive coordinate con la tipologia architettonica dell’edificio ed essere consone all’ambiente circostante. 

"Il bando ha suscitato grande interesse - commenta Roberto Galli, presidente dell’associazione mandamentale dell’Unione CTS e di Federalberghi Sondrio - e questo conferma la grande sensibilità degli operatori nei confronti di questa tematica. Abbiamo avuto un bel riscontro con 42 domande accolte. Un segnale positivo che fa ben sperare per il futuro: si va nella direzione giusta, quella di una crescente attenzione verso il decoro urbano". 

L’obiettivo, anche in ottica Olimpiadi invernali 2026, è quello di presentarsi al meglio. Nelle due località a cinque cerchi, Livigno e Bormio, sono state accolte 27 richieste di contributo (oltre il 50% del totale).   

"Un progetto importante che la nostra amministrazione ha condiviso fin da subito. Ringrazio tutti gli enti coinvolti e le associazioni di categoria. Questi sono i progetti vincenti: nascono dalla sinergia tra operatori privati e parte pubblica, perché solo insieme potremo migliorare il decoro del nostro paese. Sicuramente vogliamo continuare a lavorare in questa direzione". - afferma Remo Galli, sindaco di Livigno. "Con soddisfazione registriamo la positiva accoglienza ottenuta dal bando tra gli operatori di Bormio - ha fatto eco il sindaco di Bormio Silvia Cavazzi -: è un segnale importante sia perché evidenzia l'attenzione nei confronti del decoro urbano, che contribuisce a costruire l'immagine di una destinazione turistica, sia in quanto è espressione della volontà di investire per migliorarsi e far crescere la propria attività".

"La Comunità Montana Alta Valtellina esprime soddisfazione per come il territorio ha risposto al bando per lo “Sviluppo dei Distretti del commercio 2022-2024”- sottolinea Francesco Cossi, presidente dell'ente comprensoriale - che ha visto premiare, in particolare, la realizzazione di insegne che posseggano caratteristiche costruttive coerenti con la tipologia architettonica del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Alta Valtellina negozi e hotel si rifanno il look

SondrioToday è in caricamento