rotate-mobile
Il bando regionale

In Alta Valtellina nuove insegne per hotel e negozi per incrementare l'attrattività turistica

Avranno tutte caratteristiche coordinate con la tipologia architettonica dell'edificio e serviranno anche a migliorare il decoro urbano

Il primo impatto è importante. Soprattutto quando si entra in una località turistica. Per questo l’Alta Valle, territorio che totalizza circa 2 milioni e mezzo di presenze annue, ha deciso di investire nel decoro urbano. Sono stati infatti definiti dei parametri omogenei per la realizzazione delle insegne: in particolare, i manufatti dovranno possedere caratteristiche costruttive coordinate con la tipologia architettonica dell’edificio ed essere consone all’ambiente circostante. 

Contributi a fondo perduto (nella misura del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 5.000 euro) sono previsti nel bando, con dotazione finanziaria di 200mila euro, finanziato da Regione Lombardia nell’ambito del “Distretto del commercio Alta Valtellina”. Le micro, piccole e medie imprese potranno presentare domanda entro il 15 ottobre 2023. Le richieste di contributo vanno presentate, esclusivamente tramite PEC, alla Comunità Montana Alta Valtellina (ente capofila).

"È un primo passo - commenta Roberto Galli, presidente di Federalberghi Sondrio - che va nella direzione di un sempre maggiore coordinamento tra commercianti e amministrazioni comunali. L’obiettivo, anche in ottica Olimpiadi 2026, è quello di presentarci al meglio: un impatto visivo migliore aumenta l’attrattività delle località turistiche. Un’insegna realizzata con materiali come legno e ferro, che preserva e valorizza le facciate degli edifici, accresce immagine e decoro di città e paesi".

"Sono tanti gli elementi che concorrono ad aumentare l’immagine di una località turistica e il decoro urbano, in tal senso, riveste un ruolo di primo piano" - afferma Remo Galli, sindaco di Livigno -. Siamo impegnati ogni giorno nel rendere sempre più accogliente la Valle dello Spöl e abbiamo sposato fin da subito gli obiettivi contenuti nel bando: il rinnovo delle insegne è un’opportunità da cogliere".  

"L'immagine è il biglietto da visita di una località turistica – spiega Silvia Cavazzi, sindaco di Bormio -, il decoro urbano e l'integrazione fra le diverse insegne contribuiscono a costruirla. Come amministrazione comunale siamo impegnati per migliorare l'immagine di Bormio: questo bando recepisce una richiesta e insieme offre un'opportunità importante che mi auguro gli operatori vorranno cogliere".

Il bando

"La Comunità Montana Alta Valtellina, tramite il bando per lo “Sviluppo dei Distretti del commercio 2022-2024”, nell’ottica di consolidare, qualificandola, l’offerta commerciale del comprensorio - sia nei centri dove questa è più affermata, quanto nelle realtà più marginali ed emergenti -, in questo bando ha posto particolare attenzione alla realizzazione di insegne che posseggano caratteristiche costruttive coerenti con la tipologia architettonica del territorio, nella consapevolezza che il decoro urbano ed il rispetto di una vision di lungo periodo siano un’opportunità non più procrastinabile per assicurare una migliore vivibilità e gradevolezza dell’ambiente nonché assicurare una esperienza più autentica sia ai residenti che ai turisti, sempre più attenti al contesto". - sottolinea Francesco Cossi, presidente dell’ente comprensoriale.

Le domande

Le domande di contributo devono essere trasmesse all’indirizzo PEC della Comunità Montana dell’Alta Valtellina (cmav@pec.cmav.so.it) entro le ore 15 del prossimo 15 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Alta Valtellina nuove insegne per hotel e negozi per incrementare l'attrattività turistica

SondrioToday è in caricamento