Forcola, dopo 10 mesi riapre la strada provinciale 16 chiusa per frana

Lo smottamento il 21 dicembre 2019. Il commento del presidente della provincia Moretti: «Mi rendo conto che i lavori non sono durati poco, ma occorre considerare le dimensioni e la complessità del fenomeno che i nostri tecnici avevano da subito evidenziato, oltre ai ritardi dovuti al Covid»

La strada chiusa dopo la caduta della frana nel dicembre 2019

Riaprirà domani, mercoledì 4 novembre 2020, a metà mattinata, la Strada Provinciale 16, nel tratto compreso tra le frazioni di Sirta e Selvetta nel comune di Forcola, dopo che, lo scorso mese di dicembre, era stata interessata da un’importante frana di massi e detriti provenienti dal versante sovrastante (leggi qui). Circa 4-5 mila mc di terra e roccia staccatisi dal versante poco sopra la strada, erano precipitati a valle, travolgendo la carreggiata e il relativo muro di sostegno. Le verifiche condotte dai Vigili del fuoco e dai Carabinieri di Ardenno avevano portato ad escludere, già il giorno successivo all’evento (erano circa le 22 del 21 dicembre) il coinvolgimento di automobilisti in transito in quel momento.

La Provincia di Sondrio si era da subito attivata con un’apposita variazione di bilancio per reperire le risorse (circa 500 mila euro) necessarie a finanziare l’intervento di messa in sicurezza della strada. Dopo un primo vaglio delle possibili soluzioni progettuali, in accordo anche con il Comune di Forcola, fu predisposto il progetto, suddiviso in due lotti, che prevedeva, dapprima la messa in sicurezza del versante mediante il consolidamento della nicchia di frana e poi il ripristino della strada danneggiata mediante la rimozione del materiale e la costruzione di un nuovo muro in cemento armato rivestito in pietrame con sovrastante barriera paramassi, a protezione della carreggiata.

Le chiusure imposte la scorsa primavera a causa delle misure introdotte per fronteggiare alla prima ondata del Covid-19 hanno causato un ritardo nell’inizio dei lavori, che hanno avuto avvio solo lo scorso mese di giugno. Nonostante la complessità di alcune lavorazioni le operazioni riferite al lotto 1 sono poi state condotte senza intoppi e si sono concluse a metà settembre. Solo dopo la messa in sicurezza del versante gli operatori hanno potuto accedere alla parte sottostante per il ripristino della strada.

Si dichiara soddisfatto il Presidente Elio Moretti: «Mi rendo conto che i lavori non sono durati poco, ma occorre anche considerare le dimensioni e la complessità del fenomeno che i nostri tecnici avevano da subito evidenziato, oltre ai ritardi dovuti al Covid. Ora comunque restituiamo a tutti gli utenti un tratto di strada rimesso a nuovo e più sicuro, che va ad aggiungersi ai numerosi interventi di ripristino del manto stradale già effettuati sulla stessa arteria in estate».

«Sempre sulla SP 16 sono in corso proprio in questi giorni i lavori manutenzione straordinaria del ponte di attraversamento del torrente Cervio nei comuni di Fusine e Cedrasco e la prossima primavera è in programma un altro importante intervento di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza della strada provinciale nelle località San Gregorio in comune di Forcola e Valle in comune di Colorina, dell’importo di circa 800.000 euro. Da non dimenticare poi il progetto di costruzione di un nuovo ponte sul torrente Madrasco, tra i comuni di Colorina e Fusine, per il quale la Provincia ha recentemente approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica, prevedendo un investimento di oltre 1 milione di euro. Tutte opere, dichiara il Presidente, che testimoniano l’attenzione e la considerazione della Provincia nei confronti della SP 16, che rappresenta un collegamento strategico sul fondovalle soprattutto per i comuni della sponda orobica, oltre che un’importante alternativa alla SS 38» ha concluso Moretti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Fontana: «Con questi numeri la Lombardia sarà zona gialla dall'11 dicembre»

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Piantedo, giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

Torna su
SondrioToday è in caricamento