rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

È già primavera

Mercoledì 20 marzo l'equinozio di primavera: ecco perchè

Arrivederci inverno: la primavera è già qui. Sì, perché in questo 2024 l'equinozio di primavera arriverà già nella giornata di oggi, mercoledì 20 marzo. La data di questo evento astronomico, infatti, non è fissa e cade solitamente tra il 19 ed il 21 del mese: quest'anno, per l'esattezza, l'equinozio di primavera è atteso per le 4.06 del 20.

Perché l'equinozio cambia data

Il moto di rivoluzione del nostro pianeta dura 6 ore, 9 minuti e 10 secondi in più dei canonici 365 giorni del calendario gregoriano. Per risolvere questo ritardo, l'uomo ha inserito un anno bisestile (quello con il 29 febbraio) ogni 4 anni e tale piccola oscillazione temporale è la ragione per cui l'equinozio e altri eventi simili non cadono precisamente nello stesso giorno.

Cos'è l'equinozio

L'equinozio, il cui termine deriva dal latino aequa nox, ovvero "notte uguale (al dì)", si verifica quando il Sole si trova esattamente allo zenit dell'Equatore ed il giorno e la notte hanno la stessa durata, di 12 ore ciascuno. Durante tale evento il circolo di illuminazione passa per i poli terrestri "tagliando la Terra" in due porzioni eque di luce e buio mentre la radiazione solare è perfettamente perpendicolare all'Equatore e all'asse terrestre. Dal giorno dopo l'equinozio di Primavera le giornate continueranno ad essere sempre più lunghe e la natura proseguirà nel suo risveglio.

La simbologia della rinascita 

La simbologia della rinascita ha sempre avuto molta suggestione nella storia umana: non deve stupire che molte culture e religioni collochino in primavera date importanti per riti e celebrazioni. Nell'antica Mesopotamia l'anno nuovo coincideva con l'equinozio di primavera e tutt'oggi è il primo giorno del calendario iraniano. Nell'antico Egitto si celebrava il ritorno dell'equinozio con la festa Sham el Nessim, che ancora oggi è una festività nazionale. Non è un caso, poi, che la Pasqua cristiana si calcoli a partire dall'equinozio e che cada nella prima domenica dopo il plenilunio.

L'inizio della primavera è un giorno di festa anche per i giapponesi, che in occasione del Shunbun no hi visitano le tombe di famiglia. Il sito neolitico di Stonehenge, nel sud dell'Inghilterra, potrebbe avere una stretta connessione con equinozi e solstizi; le pietre che costituiscono la struttura potrebbero tener conto dell'orientamento astronomico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È già primavera

SondrioToday è in caricamento