rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

A Sondrio c'è voglia di una piscina scoperta

Ampio battito in città per la creazione di uno spazio sicuro di svago, refrigerio e socialità. Sondrio Democratica: "L'Amministrazione ha perso tempo, una piscina all'aperto andava pensata prima"

A Sondrio c'è voglia di refrigerio. Con il gran caldo di queste settimane non sono pochi quelli che vorrebbero potersi fare un bagno in una piscina all'aperto. L'interesse attorno a questo tema è certamente ampio. Nei giorni scorsi è stato il quotidiano 'La Provincia', su spunto di un suo lettore, a rilanciare la questione, facendo di fatto aprire un grosso dibattito nella cittadinanza.

L'assessore allo Sport, Michele Diasio, intervistato da Monica Bortolotti, ha confermato l'interesse dell'Amministrazione comunale nella creazione di un luogo balneare in città. Uno spazio di svago che possa avere anche una valenza sociale, capace di andare incontro alle esigenze di chi non ha opportunità di raggiungere il mare d'estate.

"La riflessione circa la possibilità di avere un impianto natatorio all’aperto, in qualunque modo lo si voglia fare è certamente condivisibile e anzi, essendo assolutamente consapevoli della necessità di rispondere a questo bisogno già da qualche tempo abbiamo avviato un’attenta riflessione. La questione - ha dichiarato Diasio - richiede una visione ampia. Ci sono i costi da valutare per un impianto che potrebbe essere sfruttato per 3, 4 mesi al massimo e i servizi accessori da garantire a chi lo frequenta, e penso anche solo banalmente agli spogliatoi".

Per ora si è ancora sul piano delle idee. Negli anni passati i sondriesi erano abituati a rinfrescarsi in riva all'Adda, prima nella piscina della famiglia Ranelli e poi nella piscina scoperta del Tennis Club, senza dimenticare i "bagni spontanei" alle Cassandre del Mallero. Oggi, tre le ipotesi più accreditate, vi è quella di creare un "lido" sicuro presso il Parco Bartesaghi, magari nei pressi del bar e del campo da beachvolley.

Le reazioni

Numerosissime e favorevoli le reazioni dei sondriesi, soprattutto sui social network. A livello politico, invece, è stato il gruppo di minoranza "Sondrio Democratica" ad esternare per primo il proprio pensiero. "Una piscina all'aperto sarebbe un’iniziativa senza dubbio meritevole, che era già presente anche nel nostro programma elettorale del 2018. Apprendiamo che il Comune ci sta pensando e non possiamo che esserne felici, anche se lo saremmo stati di più se ci avesse pensato prima, dando priorità ad opere come questa per dotare la città di spazi ambiti sia dai residenti che dai turisti".

"Una piscina all’aperto avrebbe senza dubbio una valenza sovracomunale, fatto che agevolerebbe senza dubbio la possibilità di attrarre risorse per la sua realizzazione. A nostro avviso da - proseguono da Sondrio Democratica - si è atteso troppo e ci si è concentrati su iniziative che hanno tolto risorse ad interventi senza dubbio più utili e prioritari per la città di Sondrio. Vedremo cosa succederà, se prima della fine del mandato verrà avanti qualcosa e, fatto non secondario, dove e come si penserà di collocare un impianto di questo tipo. La città merita una piscina all’aperto, magari non grande come quella di Sindelfingen (città tedesca gemellata con Sondrio, ndr), ma sicuramente un’opera in grado di soddisfare il desiderio di refrigerio e svago dei sondriesi nei mesi più caldi. Se non ci saranno novità a breve sarà sicuramente un tema che porteremo avanti l'anno prossimo". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Sondrio c'è voglia di una piscina scoperta

SondrioToday è in caricamento