Sabato, 20 Luglio 2024
Anche quest'anno

Ottobre in rosa: oltre 140 iniziative per diffondere la cultura della prevenzione

Per la prima volta sono in programma anche eventi dedicati al mondo della disabilità, degli anziani, delle aziende aderenti alla rete WHP, della ristorazione pubblica e della scuola: il programma completo

Sana alimentazione, promozione dell’attività fisica, lotta alle dipendenze, prevenzione oncologica e diagnosi precoce ma non solo, violenza di genere, promozione della salute nei luoghi di lavoro grazie alla rete Work Health Promotion (WHP), progetto “Nati per Leggere”, uso consapevole del farmaco e cultura del dono.

Sono questi i temi che Ats della Montagna svilupperà grazie alle oltre 140 iniziative organizzate e promosse sul territorio dalle associazioni che, ancora una volta, hanno aderito all’Ottobre in Rosa, mese interamente dedicato alla prevenzione.

Anche nel 2023, dunque, Ats attiva e coordina una fitta rete di attori che, con passione, hanno messo in campo tutte le loro energie per diffondere quanto più possibile la cultura della prevenzione. Grazie, dunque, alle associazioni che anche quest’anno hanno deciso di colorare di rosa le loro iniziative. Per la prima volta l’edizione 2023 prevede eventi, progetti e iniziative rivolti al mondo della disabilità, degli anziani, delle aziende aderenti alla rete WHP, della ristorazione pubblica e della scuola. Grazie alla partecipazione di tutte queste realtà, l’Ottobre in Rosa diventa occasione per promuovere e consolidare azioni di sistema che abbiano continuità nel corso dell’anno generando nuove reti, ricche di competenze.

Per tutto il mese di ottobre, dunque, - con qualche anticipazione che si è già svolta a settembre e si estenderà anche a novembre - sono previste numerosissime iniziative: dagli incontri ai convegni, dalle serate di discussione e approfondimento alle cene e “degustazioni sane” grazie alla collaborazione delle associazioni dei ristoratori della Valtellina e della Valcamonica, dalla pedalata in rosa allo Stelvio alle camminate e fiaccolate, dalle letture nell’ambito del progetto “Nati per Leggere” al teatro. In merito alle dipendenze si è ulteriormente ampliato il ventaglio dell’offerta. Non solo azioni di informazione e contrasto al tabagismo, all’alcol, al gioco d’azzardo patologico, ma anche alla dipendenza tecnologica digitale.
Un altro tema che trova ampio spazio in questa edizione è quello della violenza di genere.

Un Ottobre in Rosa molto più completo e inclusivo a conferma di una fitta rete di associazioni/enti che lavorano da anni con impegno e costanza. Forniranno, inoltre, il loro prezioso supporto le Asst di Valtellina e Alto Lario e della Valcamonica, i medici di medicina generale, i pediatri, le farmacie così come tutti gli enti locali che illumineranno di rosa monumenti e sedi istituzionali.

Importante anche il contributo fornito dalle aziende del territorio. Per la Latteria di Chiuro quello con l’Ottobre in Rosa è ormai un appuntamento fisso tanto che quest’anno ha rilanciato con la personalizzazione di numerosi prodotti. Prodotti genuini che saranno distribuiti nei migliori punti vendita, grande distribuzione inclusa, in tutta la Lombardia.

Dopo il successo in termini di partecipazione dello scorso anno, Ats della Montagna ha voluto riproporre il concorso fotografico riservato alle associazioni e ai propri dipendenti. “Scatti in Rosa” il tema di quest’anno. Gli scatti, per entrambe le categorie, che riceveranno il maggior numero di like saranno premiati a novembre in occasione dell’evento finale dell’Ottobre in Rosa 2023.

“L’Ottobre in Rosa dell’ATS della Montagna è ormai diventato un vero e proprio brand - dichiara soddisfatto il direttore sanitario, Maria Elena Pirola. In questi anni “il marchio della prevenzione” ne ha fatta di strada tanto da uscire dai confini del territorio di competenza dell’Agenzia. L’attivazione e la crescita continua di una vera e propria rete e l’attivazione di energie positive hanno consentito l’incremento della diffusione della cultura della prevenzione. Ringrazio tutte le associazioni di volontariato così come tutti gli attori che a diverso titolo non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno. Il vero cambiamento cammina sempre sulle gambe delle persone e con questa edizione dell’Ottobre in Rosa si può davvero affermare che siamo arrivati a buon punto. Una sfida partita da lontano, da chi ci ha preceduti, un’eredità importante da custodire e valorizzare”.

Per essere sempre aggiornati rispetto al calendario degli eventi e delle numerose iniziative è possibile seguire la pagina dedicata sul sito di Ats della Montagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ottobre in rosa: oltre 140 iniziative per diffondere la cultura della prevenzione
SondrioToday è in caricamento