rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Le rassicurazioni / Morbegno

Ospedale di comunità di Morbegno: ci siamo quasi

Assunti gli infermieri ed espletato il concorso per l'incarico al personale medico verrà presto definita la data di apertura

Agli amministratori pubblici della Bassa Valle, riuniti ieri pomeriggio nella sala assemblee della Comunità Montana Valtellina di Morbegno, il direttore generale Monica Fumagalli ha fornito ampie rassicurazioni sulla prossima apertura dell'ospedale di Comunità della città del Bitto.

L'incontro è stato convocato per iniziativa del sindaco di Morbegno, e presidente dell'assemblea dei sindaci del Distretto Bassa Valtellina, Alberto Gavazzi. Accompagnato dal direttore sociosanitario Roberta Trapletti e dal direttore del Distretto Lorenzo Grillo Della Berta, il direttore generale Fumagalli si è soffermato sui servizi sanitari e sociosanitari, ricordando come, il 22 gennaio scorso, poche settimane dopo l'insediamento, il Presidio di Morbegno era stata una delle prime strutture che aveva visitato trovando ambienti accoglienti e servizi efficienti. L'Hospice e il reparto Cure Sub Acuti e Riabilitazione Generale Geriatrica sono in grado di fornire al territorio le risposte attese, svolgendo un servizio fondamentale e molto apprezzato per la professionalità e l'umanità degli operatori.

"Avete queste eccellenze - ha detto ai sindaci -, due reparti altamente qualificati. Ma rimaneva il problema dell'apertura dell'Ospedale di Comunità e io e i miei colleghi della Direzione strategica ce ne siamo occupati da subito per trovare una soluzione alla carenza di personale. Posso confermarvi che abbiamo già assunto gli infermieri e che è stato bandito il concorso per il personale medico. Ormai è solo questione di tempo: non appena avremo incaricato il personale medico saremo in grado di definire la data di apertura".

Collocato al secondo piano del padiglione "Mattei-Vanoni" del Presidio di Morbegno, l'Ospedale di Comunità è una struttura sanitaria di ricovero destinata a degenze brevi, per pazienti che necessitano di interventi sanitari a bassa intensità clinica per eventi acuti minori o per la riacutizzazione di patologie croniche, per i quali vengono definiti percorsi di cura personalizzati e condivisi. Mette a disposizione otto camere, sette doppie e una singola, tutte con bagno, per un totale di 15 posti letto con la presenza di infermieri e figure assistenziali 24 ore 24 e di un medico per quattro ore e mezza al giorno.

Il direttore sociosanitario Trapletti e il direttore del Distretto Grillo Della Berta hanno ribadito l'impegno della Direzione strategica per garantire l'efficienza di tutti i servizi sanitari e sociosanitari nel mandamento di Morbegno, potendo contare sulla professionalità degli operatori e sui modelli innovativi dell'Ospedale di Comunità e delle Case di Comunità che consentiranno la razionalizzazione delle attività già presenti e la definizione di percorsi più semplici, in considerazione dei bisogni emergenti legati all'invecchiamento della popolazione e agli stati di fragilità e di cronicità che ne derivano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di comunità di Morbegno: ci siamo quasi

SondrioToday è in caricamento