Venerdì, 6 Agosto 2021
Attualità

Giro di vite alla movida valtellinese, in arrivo ordinanze: stop a musica e alcol a ora tarda

La decisione dopo l'incontro voluto dal prefetto. Regolamentato l'uso di bottiglie di vetro, la somministrazione di alimenti e bevande nelle aree esterne ai locali e l'intrattenimento musicale. Da oggi nuove regole a Morbegno

Giro di vite alla movida in salsa valtellinese. Si è tenuta infatti nelle scorse ore una seconda riunione, dopo quella del 26 giugno scorso, del "Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica" presieduta dal prefetto Salvatore Pasquariello per studiare misure contenitive (sotto forma di ordinanze contingibili e urgenti) che i Sindaci possono adottare per arginare alcuni comportamenti legati al consumo in eccesso di sostanze alcoliche e, nello stesso tempo, per evitare forme di assembramento di potenziale pericolo per la diffusione del virus.

Un nuovo confronto resosi necessario alla luce di quanto verificatosi in provincia di Sondrio nelle ultime settimane, nonostante nel quadro complessivo di comportamenti educati e compatibili con sane forme di divertimento, isolati ma non per questo meno gravi episodi di assembramenti, di eccesso di uso di sostanze alcoliche e di disturbo della quiete pubblica a tarda ora, abbiano destato non poca preoccupazione. Nel timore che si ripetano nella stagione estiva appena iniziata, soprattutto nei fine settimana.

All'incontro hanno preso parte i sindaci dei comuni di Bormio, di Chiavenna, di Morbegno e di Chiuro, l’assessore alle attività produttive del comune di Sondrio; il comandante della polizia provinciale; i comandanti delle polizie locali di Sondrio, di Chiavenna, di Morbegno e di Tirano e il vicecomandante della polizia locale di Sondrio. Presenti anche il questore, il comandante provinciale dell’arma dei carabinieri, il vicecomandante provinciale della guardia di finanza; il comandante del gruppo forestale carabinieri.

Nella prima riunione si era paventata proprio la possibilità di adottare delle ordinanze urgenti aventi lo scopo di limitare i comportamenti maleducati, con l’auspicio che esse venissero adottate, sulla base delle specificità locali, da tutti i Comuni che presentassero problematiche analoghe, per uniformità di comportamento e per non dare adito a polemiche strumentali.

L’intenzione è stata ribadita nel corso della seconda riunione e riguarderà sia i divieti, in orari notturni che saranno stabiliti da ciascun Comune, dell’uso e introduzione in aree pubbliche a qualsiasi titolo di bevande, bicchieri e bottiglie di vetro, nonché della vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro; sia la cessazione, entro certi orari,  della  somministrazione di alimenti e bevande nelle aree esterne ai pubblici esercizi (dehors) e degli intrattenimenti musicali o della diffusione di musica.

Le ordinanze terranno comunque conto del necessario contemperamento dei vari interessi in campo. Continueranno, in linea con le autonome determinazioni delle Amministrazioni comunali in proposito, gli ordinari servizi di vigilanza da parte delle Polizie Locali, ove necessario con il supporto delle Forze dell’Ordine. Il Prefetto con l’occasione esorta tutti a fare la propria parte, in particolare assumendo atteggiamenti prudenti, volti a mantenere il distanziamento interpersonale e ad evitare gli assembramenti.

La scelta di Morbegno

Tra i primi Comuni a varare norme anti-movida in provincia di Sondrio è Morbegno. Già da stasera, 3 luglio e fino alla fine del mese, nelle giornate di venerdì e sabato, dalle ore 22:00 e sino alle successive 05:00, sono adottate le seguenti misure:

1) È  vietata su tutto il territorio comunale la vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione sia da parte degli esercizi per la vendita al dettaglio, compresi gli esercizi artigianali, sia dai pubblici esercizi. È consentita la vendita delle predette bevande per il consumo diretto presso gli esercizi di vendita e/o somministrazione, comprese le pertinenze esterne ad essi, anche se insistenti su area pubblica, purché, in tale ultimo caso, debitamente concesse dall’autorità comunale. È consentita altresì la vendita per asporto delle bevande alcoliche se contenute in bicchieri di plastica o di carta.

2) È vietato a chiunque si trovi su area pubblica detenere bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in contenitori di vetro. Sono ammesse esclusivamente le bevande in bicchieri di plastica o di carta.

3) Sulle aree pubbliche gli intrattenimenti musicali, sia con musica dal vivo sia con apparecchi per la diffusione sonora devono cessare entro le ore 23.00.

Ai trasgressori alle disposizioni previste dall'ordinanza, fatte salve le sanzioni o pene previste da altre disposizioni di leggi e regolamenti vigenti, si applicheranno sanzioni amministrative fino a 300 euro.

Infine a Morbegno, nel periodo compreso tra il 3 luglio e il 31 agosto 2021, limitatamente alle serate durante le quali è previsto lo svolgimento della manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Morbegno, lungo le aree interessate dalla manifestazione stessa, non sono consentiti ulteriori intrattenimenti musicali rispetto a quelli inseriti nel programma della suddetta manifestazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro di vite alla movida valtellinese, in arrivo ordinanze: stop a musica e alcol a ora tarda

SondrioToday è in caricamento