Coronavirus, lo sforzo dell'azienda ospedaliera: «In due mesi concentrato il lavoro normalmente svolto in anni»

La soddisfazione del direttore generale Tommaso Saporito: «In pochissimo tempo abbiamo allestito strutture, aperto reparti, organizzato servizi nuovi, istituito ruoli e compiti. Grazie a tutti i dipendenti»

Sono trascorsi due mesi da quando il Morelli è stato trasformato in ospedale covid-19 per fronteggiare l'emergenza sanitaria: un impegno straordinario anche dal punto di vista organizzativo per l'Azienda che ha dovuto riorganizzare i servizi concentrando presso l'Ospedale di Sondrio tutte le attività sanitarie, mediche, ambulatoriali, chirurgiche d'urgenza, comprese le alte specializzazioni, oltre alle emergenze e alle urgenze.

Sondalo, con tutto il personale sanitario, tecnico e amministrativo, si è trovato in prima linea, ma con il fondamentale supporto di chi ha continuano a lavorare a Sondrio, a Chiavenna, a Morbegno e nei Presidi territoriali per garantire tutti i servizi, le cure e le terapie non differibili.

Il bollettino del Morelli di sabato 2 maggio 2020

In prima linea per il coronavirus si sono trovati anche gli operatori dei Pronto soccorso e del Punto di primo intervento, chi gestisce gli OBI, i reparti di osservazione breve intensiva, presso gli ospedali di Sondrio e di Chiavenna, dove vengono ospitati i pazienti sottoposti a tampone in attesa dei risultati, gli infermieri che effettuano i test a domicilio o negli ambulatori mobili di Sondrio, Bormio, Morbegno, Chiavenna e Dongo, dove viene utilizzato il sistema "drive through", gli operatori che coordinano l'Ufficio prenotazione tamponi e l'Ufficio dimissioni protette, oltre i tecnici del laboratorio di analisi.

«In due mesi abbiamo concentrato il lavoro che normalmente si svolge in anni - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -: abbiamo allestito strutture, aperto reparti, organizzato servizi nuovi, istituito ruoli e compiti. Abbiamo trovato grande disponibilità in tutti i dipendenti, ai vari livelli di responsabilità e nelle diverse mansioni: l'attenzione è concentrata su Sondalo ma lo sforzo straordinario è stato ed è tuttora di tutti. I cittadini devono sapere che i dipendenti hanno dato piena disponibilità lavorando con dedizione e abnegazione, a Sondalo come a Sondrio, a Chiavenna, a Morbegno e in tutti i Presidi territoriali, e per questo dobbiamo ringraziarli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento