A Sondrio attivo "Pronto farmaco frazioni": il servizio gratuito di consegna a domicilio

Bastano due telefonate per ricevere i medicinali a casa propria dagli operatori della Croce Rossa

Foto di Croce Rossa Italiana (Fb)

Con "Pronto farmaco frazioni", l'iniziativa promossa dall'Amministrazione comunale, attraverso l'assessorato alle Frazioni, in collaborazione con il Comitato di Sondrio della Croce Rossa Italiana, si amplia la gamma di servizi messi a disposizione delle fasce deboli della comunità che hanno difficoltà negli spostamenti e non hanno persone a cui appoggiarsi per un aiuto. Usufruirne è semplice, bastano due telefonate: una al proprio medico per prenotare la ricetta, l'altra alla Croce Rossa di Sondrio, al 338 6607575.

Gli operatori incaricati si occuperanno del ritiro della ricetta, dell'acquisto dei farmaci prescritti e della consegna a domicilio: la commissione sarà svolta in giornata e ai richiedenti verrà richiesto il solo pagamento dei farmaci, in contanti o tramite bancomat o carta di credito. Il servizio, attivo da lunedì a venerdì, è completamente gratuito. 

Nelle frazioni non ci sono farmacie e spesso risulta difficile a persone già provate da malattie o senza mezzi spostarsi a Sondrio per l'acquisto dei medicinali L'iniziativa mutua la positiva esperienza maturata durante la fase acuta della pandemia, quando l'Amministrazione comunale aveva attivato un numero dedicato per la consegna a domicilio di farmaci, generi di prima necessità e pasti caldi alle persone sole impossibilitate a muoversi e agli anziani, per un totale di 4500 consegne.

«I cittadini hanno molto apprezzato il servizio che si è rivelato utile ed efficiente - sottolinea l'assessore alle Frazioni Lorena Rossatti -, fondamentale in quel periodo drammatico ma importante sempre. Siamo vicini alle persone che abitano nelle frazioni e questa iniziativa si aggiunge alle altre già promosse: non si devono sentire cittadini di serie b, l'Amministrazione comunale è con loro. Devo un grande ringraziamento alla Croce Rossa e a tutti i volontari, che insieme alla Protezione civile hanno fornito un grande supporto durante l'emergenza sanitaria. Abbiamo creato una grande rete che vogliamo continui ad operare».

«La nostra mission è aiutare chi ha bisogno - aggiunge la presidente del Comitato di Sondrio della Croce Rossa Giuliana Gualteroni -: durante la pandemia abbiamo toccato con mano le realtà di fragilità che anche oggi hanno bisogno di supporto. Abbiamo condiviso da subito la proposta dell'assessore Rossatti perché riteniamo che questo servizio possa essere molto utile. A svolgerlo saranno una quindicina di nostri volontari, tra pensionati, insegnanti che si rendono disponibili il pomeriggio, studenti, organizzati su più turni, e il numero è destinato ad aumentare perché abbiamo appena concluso un corso base».

Il servizio "Pronto farmaco frazioni" sarà promosso attraverso manifesti che verranno affissi nelle bacheche delle frazioni e verranno informati anche Asst Valtellina e Alto Lario, Ats della Montagna, tutte le farmacie della città attraverso Aevv e Federfarma e i medici di base. Si comincia domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano e Lombardia, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in zona rossa

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento