Attualità

Carenza di personale all'Agenzia delle Entrate e all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: l'incontro con il Prefetto

Situazione difficile anche in provincia di Sondrio dove i lavoratori hanno carichi di lavoro sempre più insostenibili, con la concreta impossibilità di realizzare una seria lotta all’evasione fiscale

L'Agenzia delle Entrate di Sondrio

Lungo la giornata di giovedì 6 febbraio 2020, il Prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha ricevuto una delegazione costituita dai rappresentanti provinciali delle organizzazioni sindacali FP CGIL-CISL FP, UIL PA, CONFSAL UNSA - FLP delle Agenzie Fiscali (Agenzia delle Entrate e Agenzia delle Dogane e dei Monopoli) della Provincia di Sondrio.

Nel corso dell’incontro è stato consegnato al Prefetto un documento nel quale sono stati dettagliati tutti i temi cruciali portati all’attenzione generale in questa giornata di mobilitazione nazionale, volta ad evidenziare i disservizi derivanti dall’assenza delle figure dei Direttori delle Agenzie Fiscali attualmente gestite ad interim dai titolari di altre direzioni.

Le assenze non riguardano solo i vertici dell’Agenzia delle Entrate, ma coinvolgono l’intero quadro dirigente con conseguenze sulla capacità di risposta alle richieste dei contribuenti.

La carenza di personale dell’Agenzia nel suo complesso è pari a circa 4500 unità nell’ultimo biennio, mentre in Lombardia a fine 2020 ci saranno 750 dipendenti in meno, in quanto solo a inizio 2021 dovrebbero entrare in servizio circa 120 nuovi dipendenti.

Questa situazione comporta oltre ad estremi disagi per il personale anche carichi di lavoro sempre più insostenibili, con la concreta impossibilità di realizzare una seria lotta all’evasione fiscale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di personale all'Agenzia delle Entrate e all'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: l'incontro con il Prefetto

SondrioToday è in caricamento