menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Sondrio in arrivo una nuova area cani al Parco Ovest

L'Assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Massera: «Questo intervento rientra tra le linee programmatiche della nostra Amministrazione. Ora, nel primo anno di mandato, manteniamo l'impegno che ci eravamo assunti».

La Giunta del Comune di Sondrio ha approvato il progetto definitivo della nuova area- cani che verrà realizzata all'interno del Parco Ovest.

«Un'area – spiega l'Assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Massera – sempre più frequentata, sia da famiglie con bambini, vista anche la vicinanza all'asilo nido “La coccinella” e alla Scuola dell'Infanzia Munari, sia da ragazzi che si ritrovano anche a giocare nel campetto di calcio, sia dai cani e i loro padroni. La convivenza, però, non è sempre semplice, e da tempo c'è la richiesta di realizzare un'area dedicata ai cani, dove possano muoversi e correre in libertà, senza museruola e guinzaglio, ma ovviamente sempre sotto la supervisione dei loro padroni. Questo intervento rientra tra le linee programmatiche della nostra Amministrazione. Ora, nel primo anno di mandato, manteniamo l'impegno che ci eravamo assunti».

L'intervento prevede un costo di 11.500 euro. L’area per cani verrà realizzata nella zonacentrale del Parco Ovest, adeguatamente distante del parco giochi ed in prossimità del parcheggio pubblico di via Don Lucchinetti. In funzione delle necessità degli animali l’area avrà una forma rettangolare con il lato corto lungo la metà del lato lungo corrispondente a una superficie di 800 metri quadrati e sarà delimitata da una rete metallica plastificata di colore verde avente altezza 2 metri.

AREA CANI-2

Inoltre, non saranno presenti arredi urbani e piante all’interno dell’area, sempre non creare motivi di stress per gli animali. Si provvederà invece al collocamento all’esterno dell’area di un Wc dog e di un fontanella per l’acqua potabile. L’accesso all’area sarà possibile, per gli animali e gli accompagnatori, per mezzo di un cancelletto, della larghezza di un metro, provvisto di idonea serratura per la eventuale chiusura notturna e di un meccanismo perla chiusura automatica durante l’orario di apertura, per evitare che il cancello rimanga aperto o che si apra inavvertitamente rendendo possibile l’uscita non voluta dell’animale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, cosa riapre dal 26 aprile e cos'è la zona gialla rinforzata

Coronavirus

Covid, la Lombardia spera di tornare gialla: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento