Attualità

Passo dello Spluga aperto anche in inverno, il sogno del sindaco di Chiavenna

Luca Della Bitta: «È il momento di riaprire un collegamento verso nord, tutto l'anno, senza limiti. Ci cambierebbe la vita»

«Il Passo dello Spluga, in qualità di collegamento diretto e unico verso il nord Europa, fu uno dei principali motivi della grande storia passata della Valchiavenna, della ricchezza, dell'impresa. Oggi è il momento di riaprire un collegamento verso nord, tutto l'anno, senza limiti».

È con queste parole che il sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta, ha voluto presentare il suo nuovo "sogno" di valle, «Senza entrare in discussioni tecniche sul dove, come, in alto, in basso, questioni successive...ora concentriamoci sull'obiettivo, anche in vista delle Olimpiadi del 2026» ha aggiunto. 

L'apertura durante tutto l'anno del Passo dello Spluga «Ci cambierebbe la vita, per i cittadini e per le imprese, per l'economia, per il lago di Como, per gli impianti di risalita, per il turismo» ha continuato Della Bitta presentando tutte le possibili ricadute positive che il mantenimento della strada statale 36 fino al confine con la Svizzera porterebbe con sè. 

Negli anni passati era già stato finanziato uno studio di prefattibilitá, condiviso tra Provincia e Regione, a tal proposito. «Occorre dare attuazione a questo percorso. Insieme» ha concluso Della Bitta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passo dello Spluga aperto anche in inverno, il sogno del sindaco di Chiavenna

SondrioToday è in caricamento