rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Doppio appuntamento

La Milanesiana porta a Sondrio lo scrittore Sandro Veronesi

Appuntamento giovedì 1 giugno alle 21 al Teatro Sociale. Inoltre, al Mvsa sarà inaugurata una mostra del fumettista Igort

L'atteso ritorno della Milanesiana a Sondrio si snoda tra il Museo Valtellinese di Storia e Arte e il Teatro Sociale. Il 1° giugno, la rassegna culturale ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, giunta alla ventiquattresima edizione, propone un doppio appuntamento, alle ore 19 e alle ore 21, fra arte, musica e parole, in una contaminazione di linguaggi e stili che da sempre caratterizza la Milanesiana.

La rosa simbolo della manifestazione si è tinta di verde per introdurre il tema dei ritorni, ispirato dallo scrittore nigeriano Ben Okri, scelto a rappresentare l'edizione 2023. Oltre 60 appuntamenti, in ventitré tappe, con duecento ospiti per la Milanesiana che, negli anni, è cresciuta e si è affermata come uno dei più importanti eventi culturali, ottenendo un clamoroso successo di pubblico.

Al Mvsa, alle ore 19, verrà inaugurata la mostra del grande maestro fumettista Igort, dal titolo "La storia di Tetiana - Quaderni ucraini", alla presenza dello scrittore Sandro Veronesi e di Elisabetta Sgarbi: un racconto per immagini di un passato dificile, quello dell’ex Unione Sovietica, che si fonde con un presente ancora incerto. La mostra si potrà visitare fino al 27 luglio, da martedì a domenica, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18.

Alle ore 21, al Teatro Sociale, si potrà assistere allo spettacolo "Verso casa", tra parole e musica: al prologo di Dori Ghezzi seguiranno le letture di Sandro Veronesi e Salvatore Niffoi sulle note del jazzista Paolo Fresu con la sua tromba.

"Come amministrazione comunale - è il commento dell'assessore alla cultura, educazione e istruzione Marcella Fratta - siamo grati ad Elisabetta Sgarbi per aver scelto nuovamente Sondrio come una delle tappe della prestigiosa rassegna da lei curata. Consideriamo la Milanesiana certamente un momento per essere protagonisti e sentirsi parte di un’offerta culturale di grande spessore che risulta uno strumento eficace per promuovere l’integrazione e la coesione sociale, garantendo a tutti accessibilità e mediazione, creando uno spazio di incontro e di esperienza indimenticabili dove l’emozione faciliterà lo sviluppo e la formazione dei cittadini nella consapevolezza che per prosperare l’anima va educata e nutrita. Siamo lieti che la condivisione per questa proposta culturale sia ampia come dimostrano gli sponsor che ci sostengono e che ringraziamo".

Gli appuntamenti sono promossi da Comune di Sondrio, Provincia di Sondrio, Banca Popolare di Sondrio, Fondazione Pro Valtellina Onlus, Schena Generali, Bim, Lions Club Sondrio Host, Lions Club Sondrio Masegra, Lions Club Bormio, Lions Club Morbegno, Lions Club Tellino, Acinque Energie.

La proposta non si esaurirà con lo spettacolo di giovedì 1° giugno ma proseguirà con la mostra di Igort e le sue chine acquarellate con inserti digitali che offriranno ai visitatori del Mvsa un'occasione di immersione nella realtà di chi fugge dalle guerre. L’ingresso ai due appuntamenti è gratuito con prenotazione obbligatoria su https://bit.ly/437eNgr per l'evento al Teatro Sociale e https://bit.ly/42L3N8s per l'inaugurazione della mostra al Mvsa. 

L'edizione 2023 della Milanesiana vivrà poi altre tappe in Valtellina con una serie di eventi a Bormio dal 20 al 23 luglio 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Milanesiana porta a Sondrio lo scrittore Sandro Veronesi

SondrioToday è in caricamento