Cultura Albosaggia

Con le Giornate Fai alla scoperta del "piccolo Paradiso" di Albosaggia

Il 16 e 17 ottobre il gruppo giovani della Delegazione Fai di Sondrio ha messo a punto tre itinerari per andare a scoprire gli angoli nascosti e le bellezze del paese orobico

Le Giornate Fai d'autunno  quest'anno si concentrano su Albosaggia e sul suo "piccolo Paradiso" grazie a tre percorsi messi a punto dal gruppo Giovani della Delegazione Fai di Sondrio.

Gli itinerari

Il 16 e 17 ottobre i partecipanti all'iniziativa (obbligatorio mostrare il proprio Green Pass) potranno cimentarsi in tre itinerari che prevedono sia visite libere sia visite guidate.

Il primo itinerario è denominato “Il piccolo Paradiso”, percorso storico-artistico nel centro di Albosaggia che da palazzo Paribelli, aperto solo per visite guidate, porta a scoprire gli scorci rinascimentali più affascinanti della contrada Pedra con il giardino Cortese e casa Contrio. 

E’ stato poi messo a punto l’itinerario “La Parrocchiale”, percorso nella storia religiosa del paese, per conoscere la chiesa di Santa Caterina e i suoi tesori, l’Oratorio di San Ciriaco e la casa parrocchiale, normalmente non visitabile in quanto abitazione privata e che, anche in occasione delle “Giornate Fai d’autunno” sarà aperta solo nella giornata di domenica tra le 14 e le 16 e sarà visitabile solamente dagli iscritti Fai. 

Infine, il terzo itinerario porterà i partecipanti in contrada Mosconi per una passeggiata tra storia e natura, proprio nella contrada di origine medievale, situata tra Albosaggia e Caiolo e fino all’affascinante torre di Ca’ di Cup. Non bisogna poi dimenticare che in occasione delle Giornate Fai d’autunno del 16 e 17 ottobre saranno visitabili anche Castel Grumello e il Museo dei Sanatori di Sondalo. Le Giornate Fai d'autunno sono in programma, come detto, sabato 16 ottobre dalle 14 alle 18 e domenica 17 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Riscoperta e valorizzazione

"Spesso ci si dimentica dei micro borghi rurali, ma abbiamo il dovere di riportarli in vita e raccontare la loro storia. Le giornate Fai ci permettono di aprire e rendere visitabili posti che normalmente sono chiusi. Albosaggia - hanno spiegato Ida Oppici, capo delegazione del Fai di Sondrio e Marta Scherini, responsabile del gruppo Giovani sempre del Fai di Sondrio - è una località che rientra nelle linee guida del Fai, specie per ciò che concerne il recupero dei borghi minori, ricchi di umanità e di tradizioni, magari poco conosciuti, ma non per questo meno importanti. Il nostro focus è rappresentato dall’ambiente, dal paesaggio e dal territorio oltre che i beni storici e artistici. Oggi il discorso ambientale è un’urgenza ed entrare nei piccoli borghi e far sì che le istituzioni si impegnino per il loro recupero e valorizzazione è per noi molto importante".

Passato e futuro

"Grazie all’organizzazione da parte di un gruppo di giovani - ha sottolineato invece Graziano Murada, sindaco di Albosaggia, che ha affiancato il Fai nella messa a punto delle iniziative insieme alla sua vice Doriana Paganoni - le radici, il percorso storico e il passato si collegano alla prospettiva del futuro. Mi piace molto la definizione di Albosaggia come “piccolo Paradiso” e sono contento che si possa far conoscere il nostro paese". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con le Giornate Fai alla scoperta del "piccolo Paradiso" di Albosaggia

SondrioToday è in caricamento