Mercoledì, 19 Maggio 2021
Attualità

Morti sul lavoro: i sindacati valtellinesi uniti a Milano per chiedere nuove garanzie

CGIL, CISL e UIL della provincia di Sondrio hanno manifestato perché si intervenga a contrastare gli infortuni mortali

Troppe morti sul lavoro in Lombardia. Per questo CGIL, CISL e UIL Lombardia hanno organizzato un presidio lungo la mattinata di lunedì 30 settembre 2019, davanti a Regione Lombardia a Milano, per chiedere un’azione straordinaria al fine di contrastare i continui infortuni sul luogo di lavoro spesso anche mortali. Alla manifestazioni erano presenti anche le tre delegazioni della provincia di Sondrio.

Le organizzazioni sindacali si sono riunite per chiedere misure di controllo e prevenzione adeguate per il sistema produttivo lombardo. Hanno chiesto un intervento corale al Governo per una strategia nazionale sulla sicurezza e la prevenzione.

Secondo i sindacati sarebbe necessario il superamento dei vincoli assunzionali in ambito ispettivo e di spesa che ostacolano l’improcrastinabile necessità di sopperire alla grave carenza delle dotazioni organiche nei servizi di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro e nell’Ispettorato del lavoro.

Ciò premesso CGIL, CISL e UIL hanno chiesto a Regione Lombardia di rafforzare i servizi ispettivi e il piano straordinario dei controlli; rinnovare il piano salute e sicurezza 2019-2023 oltre che aggiornare il piano regionale amianto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro: i sindacati valtellinesi uniti a Milano per chiedere nuove garanzie

SondrioToday è in caricamento