rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Nuovo step

Santuario del Gallivaggio: nuovo passo avanti verso l'avvio dei lavori di recupero

Con una delibera di Giunta Regione Lombardia ha aderito all'Accordo di programma sottoscritto anche da Provincia di Sondrio, Diocesi di Como, Comune di San Giacomo Filippo e Parrocchia dell'Apparizione della Beata Vergine Maria

Dopo l'annuncio, avvenuto qualche settimana fa, del presidente Attilio Fontana dello stanziamento di 2 milioni di euro da parte di Regione Lombardia per il recupero del Santuario del Gallivaggio, oggi è stato compiuto un altro passo avanti verso l'avvio effettivo dei lavori per rendere nuovamente accessibile fruibile e accessibile la struttura di San Giacomo Filippo, fortemente danneggiata da una frana nel 2018.

Attraverso una delibera approvata dalla Giunta, infatti, proprio Regione Lombardia ha aderito all’Accordo di programma, promosso dalla Comunità Montana Valchiavenna, finalizzato proprio al recupero del Santuario della Madonna di Gallivaggio. I sottoscrittori dell’Accordo di programma oltre a Regione Lombardia e Comunità Montana della Valchiavenna (ente promotore dell’Accordo) sono: Provincia di Sondrio; Diocesi di Como (attuatore delle opere su delega della proprietà e beneficiaria dei contributi pubblici), Comune di San Giacomo Filippo (ente territoriale locale di riferimento) e la parrocchia dell’Apparizione della Beata Vergine Maria (proprietaria del Santuario).

Il costo complessivo dei primi 2 lotti di intervento è di 4.635.000 euro: di questi, come detto, 2 milioni di euro sono stanziati da Regione Lombardia, 1.635.000 euro dalla Provincia di Sondrio e 1 milione di euro dalla Diocesi di Como. “Regione Lombardia - commenta Massimo Sertori, assessore regionale a Enti Locali, Montagna e Programmazione negoziata - mette in campo 2 milioni di euro sui 4,6 milioni necessari per gli interventi di restauro, consolidamento e miglioramento strutturale del Santuario della Madonna del Gallivaggio. I lavori sono realizzabili a seguito del collaudo del vallo posto a protezione del centro abitato, avvenuto lo scorso luglio. Grazie all’impegno di Regione, a quello di tutti gli enti locali, della Sovrintendenza e della Curia restituiremo alla comunità, non solo della Valchiavenna, ma di tutta la Lombardia, un’opera che ha un valore patrimoniale, simbolico, identitario e religioso molto importante".

L’Accordo, su progetto definitivo già approvato dalla Soprintendenza, verrà sottoscritto entro la fine del 2022. La stessa Soprintendenza è disponibile a collaborare e finanziare, successivamente all’avvio dei lavori, il recupero delle opere artistiche.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santuario del Gallivaggio: nuovo passo avanti verso l'avvio dei lavori di recupero

SondrioToday è in caricamento