rotate-mobile
la presentazione

Un nuovo dirigente per la Questura di Sondrio: Andrea Sandroni a capo della divisione anticrimine

Classe 1966, arriva in Valtellina dalla Questura di Bergamo

Un nuovo dirigente per la divisione anticrimine della Questura di Sondrio. Lungo la mattinata di martedì 18 gennaio si è presentato alla stampa il primo dirigente Andrea Sandroni, proveniente dalla Questura di Bergamo, dove dirigeva l'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico. Importante in terra bergamasca quello che lo stesso Sandroni definisce un "impegno emozionale gravosissimo", la tragica esperienza, cioè, della prima ondata della pandemia covid.

"Sono giunto in Valtellina da pochi giorni e non ho avuto molto tempo per conoscerla. La città di Sondrio e la sua provincia mi sembrano molto belle. I cittadini che abitano qui sono molto fortunati. Ho già potuto apprezzare la loro gentilezza. I miei colleghi mi hanno raccontato alcune cose e l'idea che mi sono fatto è che questo sia un territorio tranquillo. La tranquillità va mantenuta e, se possibile, bisogna tendere ad eliminare la criminalità" ha dichiarato il dirigente della polizia di stato.

Sandroni, giunto in Valtellina al posto di Giorgio Panzeri, appena trasferitosi presso la Questura di Lecco, ritrova Angelo Giuseppe Re, con cui ha lavorato per anni a Milano. "È emozionante ritrovare il questore dopo tanti anni. Insieme abbiamo condiviso diversi momenti, collaborando in numerosi eventi".

Il nuovo dirigente si occuperà, insieme ai suoi uomini, di analisi strategica dei fenomeni criminali e di misure di prevenzione. È dalla divisione anticrimine che partono, per esempio, i fogli di via, gli ammonimenti e le richieste di sorveglianza speciale.

Il curriculum di Andrea Sandroni

Nato nel 1966 ed entrato in Polizia nel 1992 è stato assegnato inizialmente al Compartimento polizia Ferroviaria di Firenze, svolgendo servizi di Polizia Giudiziaria

Nel 2002 è stato assegnato alla Questura di Milano con l’incarico di Direttore della Motorizzazione, con competenza su tutti il parco veicolare della Polizia di Stato meneghina.

Nel 2004 è stato assegnato all’Ufficio di Gabinetto della Questura di Milano con incarico di Dirigente della Sezione Scorte e successivamente, dal 2014 al 2017, è stato Vice Capo di Gabinetto della Questura di Milano.

In questo periodo ha partecipato in prima persona alla programmazione e gestione, per la sicurezza delle personalità presenti e per i profili di ordine e sicurezza pubblica, ad importanti eventi svoltisi a Milano, tra i quali: ventisette vertici tra Capi di Stato, Capi di governo e Ministri europei in occasione della semestrale Presidenza Italiana del Unione Europea, l’A.S.E.M. il vertice tra 54 Capi di Stato e di Governo di Europa ed Asia, la manifestazione EXPO 2015, la finale di Champions League del 2016, le visite a Milano e Monza di Papa Benedetto XVI e Papa Francesco e numerosi altri eventi con presenza di personalità provenienti dall’Italia e dall’estero.

Dopo due esperienze presso i Commissariati di Polizia di Monforte-Vittoria e Mecenate, nel 2018 è stato assegnato alla Questura di Bergamo come Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Oltre a numerosi eventi di ordine e sicurezza pubblica cui ha partecipato, G7 Ministri Agricoltura, Peregrinatio Spoglie di Papa Giovanni XXIII°, nel 2020 ha gestito l’emergenza dovuta alla pandemia Covid 19, con i controlli in strada per garantire il rispetto della normativa anti contagio, in una delle città più colpite nella fase iniziale della terribile epidemia, riuscendo a garantire i servizi di sicurezza e controllo con la presenza costante delle pattuglie della Polizia di Stato.

Nel novembre 2021 è stato nominato Primo Dirigente della Polizia di Stato e, dopo aver diretto alcuni delicati servizi di O.P., tra i quali alcune partite di Campionato di Calcio di serie A presso lo stadio di Bergamo, è stato assegnato alla Questura di Sondrio con incarico di Dirigente della Divisione Anticrimine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo dirigente per la Questura di Sondrio: Andrea Sandroni a capo della divisione anticrimine

SondrioToday è in caricamento