Impianti di risalita chiusi, Del Barba: «Inaccettabile pregiudizio verso turismo e sport di montagna»

L'onorevole morbegnese di Italia Viva contro la chiusura delle stazioni sciistiche per contrastare la pandemia: «Gli impianti da sci non sono discoteche»

 

Nella giornata di lunedì 23 novembre 2020, durante la seduta della Commissione Bilancio della Camera, l’onorevole morbegnese Mauro Del Barba ha sottoposto il delicato tema della riapertura degli impianti sciistici in occasione dell’audizione del ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri.

«Siamo consapevoli delle difficoltà e delle incertezze dettate da questo difficile momento ma dobbiamo fare di tutto per salvare il sistema turistico legato alla stagione invernale. Gli impianti da sci non sono discoteche ma stiamo parlando di tessuti nevralgici che sono una parte importante del paese e che sono trattati alla stregua di luoghi di divertimento» ha commentato il parlamentare di Italia Viva.

Nel suo intervento Del Barba ha riportato la posizione dei colleghi Raffaella Paita e Silvia Fregolent con cui si sta occupando del tema: «Abbiamo sempre detto e continuiamo a rimanerne consapevoli che la riapertura degli impianti sarà vincolata all’andamento dell’epidemia: proprio a questo serve il continuo lavoro di affinamento delle linee guida di intesa con il Comitato tecnico scientifico. Quello che non può essere accettato è il pregiudizio rispetto al settore del turismo e dello sport di montagna soprattutto quando viene espresso da chi dimostra di ignorarne completamente le dinamiche e le ricadute in termini occupazionali e di sviluppo economico di interi territori. Arriverà presto il momento in cui andrà presa una decisione definitiva per le vacanze natalizie, ma fino a quel momento chiediamo rispetto e serietà da parte di tutti». 

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento