rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Coronavirus

La Lombardia rende onore agli eroi valtellinesi contro il covid

Presso il Teatro Sociale di Sondrio l'assessore regionale al Welfare Guido Bertolaso ha voluto rendere onore agli operatori in prima linea durante la pandemia

"Semplicemente grazie". È con questo messaggio che l'assessore al Welfare di Regione Lombardia, Guido Bertolaso, ha raggiunto Sondrio nella mattinata di domenica 18 dicembre con l'obiettivo di "ringraziare gli operatori che hanno contribuito alla lotta contro il coronavirus". A riempire la platea operatori sanitari di ogni grado e genere, forze dell'ordine e volontari.

Un momento di condivisione e comunità, organizzato presso il Teatro Sociale da ATS della Montanga su esplicita richiesta di Bertolaso, in cui hanno preso la parola alcuni rappresentanti istituzionali, oltre che del mondo sanitario locale. Introdotti dal direttore generale di Ats della Montagna, Raffaello Stradoni, hanno portato la loro testimonianza il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini, il prefetto, Roberto Bolognesi, i dg della Asst locali Tommaso Saporito (Valtellina e Alto Lario) e Maurizio Gavalotti (Valcamonica) e Cesare Soldarelli, sindaco di Gravedona e responsabile affari generali dell'ospedale "Moriggia Pelascini".

Toccanti e significative le testimonianze di chi ha vissuto in prima linea l'apice del fenomeno pandemico. Dopo un momento di raccoglimento in onore delle vittime del covid, ad intervenire sono stati il direttore del reparto di Assistenza farmaceutica di Asst Valtellina e Alto Lario, Enrico Nolla, il medico camuno Sandro Poggio e le infermiere Sonia Barini (Gravedona) e Franca Fumagalli (Sondrio).

Sentito e giustificato lo sfogo di chi "ha dato l'anima" per la comunità. "In 34 anni di lavoro non ho mai visto nulla di simile. Il peggio è alle spalle ma voglio dire a tutti, e in particolare all’assessore Bertolaso, che noi siamo ancora sul campo di battaglia e siamo tutti stanchissimi. Per questo chiediamo la massima attenzione. Non è giusto, per esempio, che ciascuno di noi lavori per quattro persone prendendo lo stipendio di una", ha rimarcato Sonia Barini. A tutti i presenti è stata consegnata una pergamena di riconoscenza per l'impegno profuso contro il coronavirus.

"Semplicemente grazie" - Bertolaso incontra gli operatori covid

Le parole di Bertolaso

Dolore e orgoglio, riconoscenza e determinazione. L'incontro con Bertolaso è stata l'occasione per ricordare quanto fatto durante la pandemia e per "ritornare" sulle difficoltà croniche della sanità valtellinese, lombarda e nazionale. A tal proposito l'ex responsabile della campagna vaccinale massiva ha dichiarato: "Con questo momento vogliamo dire grazie con il cuore, sinceramente, a chi si è speso contro il coronavirus. Un grazie che rappresenta anche un impegno forte e chiaro per il futuro". 

"Ho voluto fortemente questo incontro perchè reputo fondamentale risvegliare la memoria, ringraziare la squadra, per poi guardare avanti. Dobbiamo andare avanti, ma restando sempre in campana, come si dice dalle mie parti, in quanto il virus e? ancora presente e ci obbliga a tenere un occhio anche alle spalle. La nostra sanità, e non solo, necessita di manutenzione. Siamo vicini al collasso ma grazie all’abnegazione del personale sanitario e di tutto il personale che opera nelle nostre strutture non siamo ancora caduti", ha sottolineato Bertolaso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia rende onore agli eroi valtellinesi contro il covid

SondrioToday è in caricamento