Il coronavirus è tornato nella casa di riposo della città di Sondrio

Segnalato il primo caso della seconda ondata. Le parole del presidente Tornadù

Il coronavirus torna a fare capolino nella casa di riposo della città di Sondrio. «Purtroppo mi trovo a dover comunicare che, dopo mesi, presso la RSA di via Don Guanella, al secondo piano, c'è un'anziana positiva al SARS-CoV2. La signora è asintomatica e sta bene. Naturalmente, è stata isolata e sono in atto tutte le misure di cautela previste dalle nostre procedure. Prosegue in maniera costante lo screening degli Ospiti e degli operatori delle RSA. Confido che si possa trattare di un caso isolato che si è ripositivizzato» ha dichiarato il presidente della fondazione Onlus Casa di Riposo Città di Sondrio, Costantino Tornadù.

La situazione nelle rsa della provincia di Sondrio è delicata. La seconda ondata della pandemia da covid-19 sta creando non pochi problemi. È di pochi giorni fa la notizia che l'ospedale covid Morelli di Sondalo non è più in grado di ricoverare ospiti delle strutture protette, se non nei casi più critici. Alle singole strutture la gestione della maggior parte dei casi di contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Sondrio, dà fuoco al palazzo comunale: preso grazie ad un cittadino coraggioso

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Coronavirus, ancora 7 morti in provincia di Sondrio nell'ultima giornata

Torna su
SondrioToday è in caricamento