menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Albosaggia tra storia e natura”: una strenna natalizia in regalo alle famiglie del paese orobico

Albosaggia si racconta, grazie alla mano sapiente di Gianfranco Scieghi, in un libro che a Natale porterà bellezza ed energia in tutte le case del paese

l potere evocativo delle immagini: Albosaggia si racconta così, grazie all’obiettivo sensibile e alla mano sapiente di Gianfranco Scieghi, in un libro che a Natale porterà bellezza ed energia in tutte le case del paese. Il titolo ne è la sintesi perfetta: “Albosaggia tra storia e natura”. Il volume, corredato di splendide fotografie, racconta senza nostalgia, ma con grande amore per le proprie radici, la storia e il territorio di questo paese orobico oggi citato a pieno titolo come un “comune modello”, capace di crescere e svilupparsi senza mai tradire - ed anzi, onorando ogni giorno - le proprie origini.

Dal dominio Grigione a Napoleone, fino al boom economico, Scieghi narra le alterne fasi di un villaggio che ha nel suo DNA la capacità innata di tracciare vie nuove, anche cogliendo opportunità laddove gli altri vedono solo ostacoli. Niente di più adatto ai temi legati alla grande pandemia che in questo 2020 ha messo in ginocchio il mondo intero. Non c’è lamento né traccia di rimpianto o nostalgia nelle immagini e nello scritto dell’autore che qui è nato e cresciuto; piuttosto affiorano i tratti caratteriali di questa comunità. Spiccano così la curiosità e l’ingegno, l’amore per la terra e per la montagna, per il proprio passato ma anche per le nuove sfide. Fiori, animali, opere d’arte, costruzioni sacre e profane, volti e figure che riemergono da tempi e luoghi solo apparentemente lontani: ogni tessera di questo mosaico è un inno alla speranza e alla meraviglia del creato, un invito a cogliere il bello che ci circonda, a celebrare nel quotidiano tutto ciò che di straordinario ci è stato dato in dono. Non a caso il Comune di Albosaggia ha voluto fare di quest’opera il dono di Natale destinato ad ogni famiglia del paese.

«Perché dentro quel dipinto rappresentato nel libro e che ancora in buona parte ci circonda - sono le parole del sindaco Graziano Murada - vi sono semi in grado di far maturare frutti generosi che posso garantire ai giovani frutti colorati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Valchiavenna in lutto per la morte di Guglielmo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento