rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Emancipazione femminile / Sernio

Sernio, oggi si inaugura la mostra "I colori delle donne"

Appuntamento alle 15 a palazzo Omodei, con l'allestimento diviso in due differenti sezioni

E' in programma oggi alle 15 a palazzo Omodei a Sernio l’inaugurazione della mostra “i colori delle donne”. Questa iniziativa, che gode del patrocinio del Comune di Sernio, della Comunità Montana di Tirano, della Provincia di Sondrio e del BIM, è una manifestazione voluta da Progetto Alfa e che pone al centro le donne, ripercorrendo la storia e la vita di Rosa Genoni, tiranese, che si è distinta nelle arti, nella moda e nella lotta per l’emancipazione delle donne e i loro diritti.

Artiste valtellinesi

La mostra è articolata in due sezioni, una dedicata alle artiste locali che esporranno le loro creazioni nelle sale del piano superiore del palazzo. Le opere diventano messaggi di speranza: d’altronde i colori delle donne sono tinte che tratteggiano la nostra vita; tutto ha origine da loro e noi non possiamo che esserne i figli. 

A esporre le loro creazioni saranno Rosella Albanesi, Simona Bonadeo, Antonella Brinafico, Stefania Cabassi, Fiorenza Della Bona, Flora Folli, Anna Guerri, Marica Mazzoni, Angela Paolicelli, Daniela Quadrio, Manuela Saracchi, Rita Sosio, Bo?ica Flegar, Barbara Sertorio, Tatiana Florea, Mariangela Tenni, Anna Maria Caspani, Lorenza Vitalini, Anna Berandi, Martina Marchesi, Marina Tovaglieri, Lorella Hohn, Caterina Falcone, Rosanna Zecchin e Antonella Alemanni.

La seconda sezione

La seconda sezione è dedicata alla moda, con i contributi di fotografi e artisti gravitanti nell’alta moda italiana e operanti in riviste di settore come Vogue o nel mondo della stampa di quotidiani autorevoli, tra cui il Corriere della Sera. La sezione prende il nome di "Under the velvet. Come la moda cambia la società".

La moda viene rappresentata come una forma di espressione al centro del mondo e delle rivoluzioni. Dietro a un tessuto non si cela solo la creatività, ma anche il pensiero e l'espressione dei tempi che cambiano. Lo stile e l'arte si intrecciano negli spazi della corte e della cappella posti a pian terreno del palazzo per ricordare Rosa Genoni, operaia della moda e fautrice dell'emancipazione femminile.

Saranno esposte installazioni fotografiche e creazioni di Tanya Danilevich, Luigi Cianfarano, Qifan Cui, Eleonora Vergnano, Francesco Confalone, Vincenzo Marcella, Marco Gilberti, Albi Jakici e Salvatore Enrico Defilippo. Vi saranno anche i contributi di Greta Monticone (Stylist dell’ Istituto Marangoni di Milano) Riccardo Fontana (assistente set dell’Istituto Marangoni di Milano), Carla Curione (MUA) e la modella Eva K (dell’agenzia Next Model di Milano) insieme a quelli di Erika caldesi (Stylist) Alessia Catanzariti (MUA), Sofia Mihai (modella), Letizia Moro (Stylist), Chiara Cattaneo (modella).

Oggi, infine, in occasione dell'inaugurazione della mostra è prevista anche una sfilata di due abiti di sartoria concepiti per l’occasione da stiliste dell’accademia di moda di Firenze e Milano.

La mostra sarà visitabile fino al 19 giugno dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sernio, oggi si inaugura la mostra "I colori delle donne"

SondrioToday è in caricamento