rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
I premiati

ScarpatettiArte: tutti i vincitori dell'edizione 2022

La mostra a cielo aperto ha attirato moltissimi turisti e sondriesi nell'arco del weekend appena trascorso anche grazie a spettacoli e proposte enogastronomiche

Bel successo di partecipazione per l'edizione numero 24 di ScarpatettiArte, la mostra a cielo aperto organizzata, nel weekend appena trascorso, dall'associazione culturale Scarpatetti. Ancora una volta, una delle contrade più suggestive di Sondrio si è trasformata in una galleria d'arte sotto le stelle accogliendo una quarantina di artista, decine e decine di visitatori e venendo animata anche da concerti, spettacoli di strada e proposte enogastronomiche per soddisfare anche le esigenze del palato.

I concorsi

Alla manifestazione erano abbinati anche due concorsi: il primo, denominato proprio "ScarpatettiArte" era riservato alle opere esposte lungo la contrada, valutate da una giuria di esperti che ha assegnato il primo premio (e 500 euro) a Viola Farina per "il progetto concretizzato in maniera innovativa perché unisce memoria storica a originalità del racconto, nonché padronanza della tecnica. Il risultato è di grande impatto, arricchente sotto molteplici punti di vista".

Secondo posto per Giovanni Della Bosca che, sempre secondo la giuria, "conquista con le sue opere stropicciate, che modellano la realtà sfondando l'opera appropriandosi dello spazio circostante". Terzo posto, invece, per Arturo Corradini che "dimostra plasticità e dinamismo attraverso un uso sapiente della tecnica scultorea, associata a una densità concettuale".

I tre vincitori si sono aggiudicati anche un premio in denaro, rispettivamente di 500, 300 e 200 euro, messo a disposizione anche grazie agli sponsor dell’evento (Autovittani, Istituto Conoscere e Ottica De Giovanetti) e l'anno prossimo, nella settimana precedente l'edizione numero 25 di ScarpatettiArte, potranno esporre le loro opere nelle sale del Mvsa (Museo Valtellinese di storia e arte).

Va segnalata, inoltre, l'assegnazione di una menzione d'onore a Tommaso Pozzi "per il suo sapiente uso dell'acquerello, con il quale ha saputo valorizzare le peculiarità dei luoghi e delle architetture".

"Città di Sondrio" 

ScarpatettiArte ha poi proposto per il secondo anno, anche il concorso "Città di Sondrio", promosso con la collaborazione dell'amministrazione comunale. Gli artisti presenti lungo la contrada hanno dovuto realizzare un'opera originale i cui protagonisti fossero proprio Sondrio e Scarpatetti e la loro suggestiva e affascinante atmosfera.

Il primo premio (e 300 euro) sono andati a Matteo Settegrana, apprezzato dalla giuria perchè "con la sua china regala uno sguardo desueto su Sondrio capoluogo alpino, dove non sono le montagne a farla da padrone ma una città che si svela in orizzontale tramite le sue architetture. Originale anche la scelta della china, dal tratto sicuro ed esperto". Secondo posto e una cassetta di colori acrilici Maimeri ad Anabel Rossi di cui la giuria ha riconosciuto "l'indubbio talento di questa giovane artista che ha voluto immergere un angolo della contrada in una dimensione fantasy".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ScarpatettiArte: tutti i vincitori dell'edizione 2022

SondrioToday è in caricamento