Svizzera: il tempo del tragitto da casa all'ufficio diventa orario di lavoro

Storica novità in terra elvetica. Il dirigente dell'Ufficio federale del personale: «Una maggiore flessibilità nella forma del lavoro è un'esigenza dei nostri giorni»

La piazza principale di Poschiavo

Nel nostro mondo contemporaneo vi sono molte cose diverse rispetto al passato. Le nostre abitudini sono nuove e variegate, anche in materia di lavoro.

In bus, in metropolitana, in tram, in treno, nella sosta caffè durante il tragitto ogni giorno da casa all'ufficio: si risponde al telefono, si inviano e si ricevono e-mail e messaggi via social con indicazioni, solleciti e chiarimenti sugli impegni della giornata. Anche quello è lavoro e adesso - dal primo gennaio - in Svizzera per i dipendenti pubblici federali che lo richiederanno verrà incluso nel calcolo della giornata lavorative e quindi pagato. Una storica novità in salsa elvetica.

Il cambiamento di regole è stato autorizzato da Berna dopo sollecitazioni durante lo scorso anno da parte di quattro sindacati.

«Una maggiore flessibilità nella forma del lavoro è un'esigenza dei nostri giorni», ha detto Anand Jagtap dell'Ufficio federale del personale, specificando però che per ottenerne il riconoscimento sarà comunque necessaria l'autorizzazione di superiori, con i casi che verranno esaminati di volta in volta sulla base delle loro caratteristiche.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Coronavirus, in Valtellina e Valchiavenna altri 11 decessi nelle ultime 24 ore

  • Nonna Maria, la valtellinese di ferro: a 101 anni ha sconfitto due volte il covid (e la Spagnola)

Torna su
SondrioToday è in caricamento