menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tirano, riprende “La città delle bambine e dei bambini” con laboratori e attività culturali rivolte ai piccoli

Scuole chiuse, bambini e bambine purtroppo ancora una volta costretti a casa per evitare l’ampliarsi del contagio

Scuole chiuse, bambini e bambine purtroppo ancora una volta costretti a casa per evitare l’ampliarsi del contagio. Una scelta repentina e inaspettata che è vissuta con fatica e stanchezza da molte famiglie e alla quale il Comune di Tirano vuole rispondere cercando di venire incontro ai bisogni delle famiglie con un programma di attività fruibili online.

In continuità con l'obiettivo di rendere Tirano una città sempre più a misura di famiglia, la delegata all’istruzione in concerto con l’assessore alla cultura ha predisposto un programma diversificato di appuntamenti rivolti a bambini e bambine di tutte le età. In questa “appendice” primaverile de “La città delle bambine e dei bambini” trovano spazio laboratori di chimica, scienze, biologia, teatro e attività artistiche.

La rassegna di teatro per famiglie Tananai si è arricchita di ulteriori spettacoli teatrali interattivi che andranno in scena online nelle prossime tre domeniche, il 21 e il 28 di marzo e il pomeriggio della domenica di Pasqua, per permettere ai piccoli di svagarsi e divertirsi con nuove storie, oltre ad uno spettacolo in streaming appositamente proposto per le scuole. Ritorna l'illustratrice Chiara Armellini, già ospite nella rassegna autunnale dedicata a Gianni Rodari, che propone due laboratori artistici: il primo in programma sabato 27 e il successivo il primo aprile, durante le vacanze scolastiche. Ma la vera novità consiste nei laboratori scientifici organizzati dall'associazione Leo Scienza, che si terranno il 23 e il 30 marzo, e nei due appuntamenti botanici a cura dell'Orto Botanico di Bergamo sull'ecosistema prato e sulla vita dei fiori previsti il 26 e il 2 aprile.

«La primavera è alle porte e i bambini e le bambine - commenta la delegata all'istruzione del Comune di Tirano, Camilla Pitino -  avrebbero bisogno soltanto di stare all'aria aperta e giocare insieme, ma questo, al momento, non è ancora possibile. Di fronte alla chiusura delle scuole e alla prospettiva di una Pasqua da passare a casa abbiamo voluto esprimere un segnale di vicinanza alle famiglie offrendo delle attività online che prevedono un'interazione con i piccoli. Può essere che i bambini e le bambine siano stanchi di proposte che passano attraverso uno schermo, ma se l'attività permette ai bambini di fare delle esperienze autentiche con un coinvolgimento attivo, allora non è solo un riempitivo, ma concorre alla conoscenza di sé e del mondo acquistando senso».

«Come sempre, abbiamo cercato di comporre una proposta di qualità - afferma il vicesindaco e assessore alla cultura Sonia Bombardieri  - che possa essere per i piccoli fruitori un’esperienza culturale di scoperta di mondi e linguaggi nuovi e al contempo un momento ludico, di divertimento attraverso l’arte, la natura e la scienza e di stimolo alla creatività».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento