Coronavirus, il sindaco di Sondrio ringrazia la Regione dei contributi stanziati per far ripartire l'economia

Il primo cittadino, Marco Scaramellini: ≪La Regione ha fornito una risposta immediata e concreta ai bisogni del territorio. Proprio quello che ci voleva, non soltanto per le risorse economiche sbloccate, ma anche come iniezione di fiducia in questa difficile ripresa»

Immagine di repertorio

≪La Regione Lombardia, destinando contributi ai Comuni e aiuti alle imprese,  ha fornito una risposta immediata e concreta ai bisogni del territorio. Proprio quello che ci voleva, non soltanto per le risorse economiche sbloccate, ma anche come iniezione di fiducia in questa difficile ripresa. Tutti, amministratori pubblici, mondo economico, cittadini abbiamo bisogno di credere che la ripartenza è possibile, che ci sarà un ritorno alla normalità e questi provvedimenti rappresentano uno stimolo importante». È con queste parole che il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini, ha voluto lodare l'iniziativa di Regione Lombardia (il cosiddetto "Piano Marshall") per far ripartire i territori dopo l'emergenza coronavirus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono molto grato al presidente Attilio Fontana e a tutta la Giunta regionale, in particolare all'assessore Massimo Sertori, per questo provvedimento, molto "lombardo" nello stile, chiaro ed efficace. Le nostre imprese vogliono lavorare, non essere assistite, e questo contributo straordinario ingente, una vera e propria manna dal cielo per il Comune, ci consentirà di coinvolgerle negli interventi che promuoveremo. Grazie a questi 700 mila euro, inoltre, potremo destinare parte dell'avanzo di amministrazione a iniziative di sostegno per chi si trova in difficoltà a causa della prolungata chiusura. C'è molta voglia di ripartire, di rimettersi in pista e di lavorare e come Amministrazione comunale intendiamo fare la nostra parte accelerando i tempi per definire gli interventi, procedere con gli appalti e affidare i lavori entro poche settimane, nel rispetto delle procedure, puntando su tante opere per somme limitate allo scopo di favorire le piccole imprese locali» ha concluso Scaramellini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento